Home » Politica & Feudalesimo » Elezioni: Pannella va con Storace

Elezioni: Pannella va con Storace

pannella-boninoMarco Pannella e i Radicali si apparentano… indovinate con chi? Con Francesco Storace, leader de “La Destra”, prossimo candidato alla Regione Lazio e candidato, per ora unico, del centro-destra. «Accogliamo l’invito di Francesco Storace a un apparentamento con la lista radicale come gesto di rivolta morale alle discriminazioni alle quali siamo stati sottoposti». Lo ha detto proprio Marco Pannella nell’intervento in un vertice di partito mandato in onda questa mattina da Radio Radicale, storica emittente radiofonica del partito. «Storace – ha aggiunto Pannella – è stato certamente un cattivo amministratore, come i democristiani che hanno costruito Roma nel dopoguerra. Ma è stato assolto con formula piena dalle accuse che gli sono state rivolte da Alessandra Mussolini. Se fosse un bandito non ci starei».

«Quello di Storace – ha rimarcato il leader radicale – è un elettorato proletario e ha avuto il merito di denunciare che contro di noi c’è stato un tentativo di genocidio politico. Del resto ha appreso quasi tutto da noi, frequentandoci. Sono contento che abbia detto che senza il nostro controllo come alleato di governo nella regione Lazio non potrebbe governare bene».

«Nel centrodestra posizioni alla Binetti non ci sono – ha detto – sono venute fuori dal Pd, quindi io non mi trovo in imbarazzo rispetto all’elettorato». Per il leader storico di via di Torre Argentina «Storace ci ha proposto un “taxi”, nel senso di un accordo tecnico per davvero. Ci regala una possibilità che magari non avremmo avuto». Il candidato di centrodestra, insiste Pannella, ha avuto «un processo da cui è stato prosciolto con formula piena. «Er pecora» (Teodoro Buontempo, ndr), il suo compagno – aggiunge – è un nostalgico innocuo del fascismo, la loro è una clientela di sottoproletari». Storace ha detto: «Senza il controllo dei Radicali non riuscirei a governare». Ebbene, sottolinea Pannella, questo è un ragionamento «da liberale. Io gli sono riconoscente di questa iniziativa».

«C’è questa volontà di fare l’intesa e quindi nelle prossime ore ci ragioneremo anche nei dettagli e nelle “tecnicalità”», così Francesco Storace. «Fa molto piacere se si arriverà davvero a una conclusione dell’intesa». «Io l’ho impostata sul tema tecnico dell’apparentamento, – ha ribadito Storace – per consentire ai radicali comunque di avere uno sbarramento più basso di quello che avrebbero. Non devono presentare un candidato presidente. Avranno la possibilità di accedere con meno voti di quelli che sarebbero serviti e potranno controllare meglio chi governerà la regione. Un principio che si afferma non legato ai programmi, ma sui significati affascinanti di un’intesa come questa».

Loading...

Altre Storie

Maltempo Toscana, allerta rossa: scuole chiuse in quasi tutta la Regione [ELENCO]

Toscana nella morsa del gelo e del maltempo, con forte rischio neve. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta rossa, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *