Emergenza migranti: nuovo sbarco di 371 profughi a Reggio Calabria. 70 sono malati di scabbia

0





371 migranti sono stati tratti in salvo dalla nave della guardia costiera “Corsi” a largo delle acque calabresi.
I profughi sono stati fatti sbarcare a Reggio Calabria. La maggior parte di essi, circa 300, verranno smistati a Crotone mentre la restante parte potrà rimanere a Reggio Calabria.
immigrati
Si tratta di cittadini di svariate etnie, provenienti da diversi paesi africani. Costa D’avorio, Guinea, Congo, Togo, Liberia, Burkina Faso, Mali, Senegal, Nigeria, Ghana, Sierra Leone, Gambia e Camerun.
Lo sbarco improvviso dei 371 migranti ha richiesto il dispiego di importanti manovre sanitarie per valutare la presenza o meno di malattie contagiose.
Alcuni dei paesi africani da cui provengono i migranti – la Guinea, Sierra Leone o Mali – sono stati il focolaio della recente epidemia di Ebola che ha colpito parte dei territori africani.



Controllo medici accurati sono stati eseguiti: 70 migranti sono malati di scabbia, un uomo è giunto al presidio medico con il dito in cancrena.
312 migranti sono uomini e 59 donne.
Nei gommoni soccorsi non erano presenti bambini, ma 4 donne soccorse erano incinta; una al settimo mese di gravidanza.

Ad accogliere al porto la nave della Guardia Costiera, Monsignor Giuseppe Fiorini Morosini e alcuni gruppi di volontari che insieme alle forze dell’ordine si occupano di soccorrere i migranti.
Monsignor Morosini nel corso della sua omelia natalizia ha invitato i fedeli accorsi in chiesa ad essere accoglienti e misericordiosi verso i cittadini di tutte le etnie che giungono in Italia.

In occasione di queste festività natalizie, precisamente nel giorno di Natale, altri 751 migranti sono stati tratti in salvo nelle acque del canale di Sicilia in sei differenti operazioni di salvataggio.
Una nave tedesca, la Eunavformed, ha coadiuvato la guardia costiera italiana nel recupero dei profughi. Adesso, i migranti tratti in salvo – che viaggiavano su 5 gommoni e un’imbarcazione alquanto precaria – sono sul territorio italiano diretti in varie destinazioni.
Si tratta di cittadini provenienti da diversi paesi africani, fra cui Camerun, Liberia, Congo, Senegal e Ghana.



Loading...
SHARE