Home » Economia & Caste » Equitalia e gli interessi da usurai

Equitalia e gli interessi da usurai

La tanto discussa Equitalia, l’ente che ha il compito di riscuotere i nostri tributi (e non solo) ha applicato sulle contravvenzioni sin qui non pagate un interesse del 10%. Un tasso non dovuto che rende le cartelle esattoriali perfettamente nulle. A stabilirlo è una sentenza della Cassazione del 2006, spesso volutamente trascurata. Basta leggerla con attenzione per capire quanti soprusi i cittadini abbiano sin qui subito (e chissà quanti ne subiranno ancora):

“Il ricorso è manifestamente infondato. Infatti alle sanzioni, come nella specie stradali, si applica l’art. 203 C.d.S., comma 3, che, in deroga alla L. n. 689 del 1981, art. 27, in caso di ritardo nel pagamento della sanzione irrogata nell’ordinanza – ingiunzione, prevede, l’iscrizione a ruolo della sola metà del massimo edittale e non anche degli aumenti semestrali del 10%. Aumenti, pertanto, correttamente ritenuti non applicabili dal G.d.P., peraltro con motivazione errata, che va quindi corretta in conformità all’enunciato principio. Al rigetto del ricorso, segue la condanna alle spese.”

Pagare le tasse è un dovere (non lo metteremmo mai in dubbio), essere legalmente strozzati un vizio tutto italiano.

Loading...

Altre Storie

Amazon, acquisti senza carta di credito: ecco come si fa

Per effettuare gli acquisti Amazon non sarà più necessario esclusivamente avere una carta di credito; anche in Italiainfatti è stato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *