Home » Primo piano » Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

Il suo compagno ha condiviso una foto del modello di bomboletta che l’ha colpita: “In circolazione ci sono ancora migliaia di dispenser difettosi: state attenti”, ha scritto. Rebecca Burger era una vera star dei social: 153mila fan su Instagram, 55mila su Facebook, un canale Youtube e un sito web. Le conseguenze più gravi sono state la perdita di un occhio o lesioni al volto. Inutili l’arrivo dei soccorsi e il ricovero in ospedale. Il decesso è stato causato da un sifone per la panna montata che era già finito sotto accusa per diversi incidenti domestici registrati nel 2014, nessuno dei quali mortali. Aveva partecipato anche a molti concorsi di fitness di livello mondiale e recentemente si era piazzata all’ottavo posto all’Arnold Classic di Columbus, in Ohio. Eventuali esplosioni possono causare diversi danni, da denti rotti a ronzii nelle orecchie, passando per fratture multiple.

Sempre secondo “Le Point” questo incidente non è un caso isolato: dal 2013 tra oltre 60 milioni di consumatori ci sono stati più di 20 incidenti simili. Anche l’Istituto nazionale dei consumatori francesi aveva messo in guardia dall’uso di quel dispositivo, l’Ard’Time, la cui testina in plastica non sostiene la pressione del gas introdotto nel contenitore metallico.

Rebecca Burger, molto attiva su Instagram, dove promuoveva il fitness attraverso la pubblicazione di video, sabato stava agitando il contenitore, nella sua casa nella periferia di Mulhouse, quando la parte superiore della bomboletta è esplosa ferendola violentemente al petto. L’episodio avvenne un pomeriggio in cui il ragazzo era per strada; una volta ferito dalla bomboletta riuscì comunque a chiedere aiuto ad un negoziante.

Loading...

Altre Storie

BankItalia, Gentiloni premier delle larghe intese? Solo se conferma Visco

Bruxelles: «I rapporti tra Pd e governo sono ottimi». Risponde subito Matteo Renzi, il leader …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *