Esplode il fenomeno Pokemon Go, attenzione sulle strade: il Codacons presenta esposto in Procura per rischio incidenti

0

Sono ormai diversi giorni che non si fa altro che parlare di Pokemon Go, videogioco di tipo free-to-play basato su realtà aumentata geolocalizzata con GPS che ha rapito il cuore e soprattutto l’attenzione di migliaia di persone. Tale videogioco, sviluppato nello specifico da Niantic per i sistemi operativi mobili iOS e Android e che consiste dunque nel dare la caccia a dei personaggi virtuali nascosti nella realtà, il tutto attraverso il Gps dei telefonini, ha raggiunto in poco tempo un successo davvero incredibile ma, allo stesso tempo, sta facendo molto discutere in quanto è ritenuto elemento di distrazione per numerosissimi utenti ed infatti proprio il Codacons ha deciso di presentare un esposto alla Procura di Roma sottolineando l’aumento del numero degli incidenti stradali dovuti proprio al fatto che gli utenti sono distratti dal videogioco in questione.

Sulla delicatissima questione ecco che si è espresso proprio il presidente Codacons ovvero Carlo Rienzi il quale ha nello specifico affermato “Giochi di questo tipo rappresentano un pericolo concreto perché vengono utilizzati in qualsiasi momento della giornata e distolgono i giocatori dalla dovuta attenzione verso la strada e l’ambiente circostante. Pensiamo a chi usa l’App alla guida di una automobile, ma anche a pedoni e ciclisti a caccia di Pokemon che rischiano di essere investiti perché intenti ad osservare lo schermo del cellulare e non il marciapiede, le strisce pedonali e la strada dove camminano”.

Ma non solo Carlo Rienzi si è espresso sulla questione sottolineando l’estrema pericolosità di questo nuovo videogioco, ed infatti ecco che anche il presidente dell’Asaps Giordano Biserni ha espresso il suo pensiero e soprattutto quelle che sono le sue preoccupazioni relative a questo nuovo fenomeno esploso da pochi giorni ma destinato a crescere ogni giorno sempre più, e nello specifico Biserni ha dichiarato “Pokèmon Go è una minaccia al sistema della mobilità perché distrae i conducenti ed è un pericolo per pedoni e ciclisti, vittime dei guidatori distratti e vittime loro stessi come utilizzatori del gioco” e rivolgendosi ai vertici delle forze di polizia e ai sindaci ecco che Biserni ha chiesto di “intervenire con misure che intensifichino i controlli”.

E poi ancora, rivolgendosi invece al Governo, il presidente dell’Asaps ha chiesto “un provvedimento che vieti in modo più severo l’utilizzo di questo gioco quando si è alla guida, prevedendo il sequestro del cellulare per almeno un mese con estensione del divieto di utilizzo della app anche agli accompagnatori e ai pedoni durante gli attraversamenti stradali anche sulle strisce”. Come precedentemente anticipato ecco che il Codacons ha presentato un esposto alla Procura rivolgendosi anche al Ministro dei Trasporti e chiedendo che vengano adottate “le misure del caso a tutela degli utenti della strada, compreso il divieto totale di diffusione dell’App Pokemon Go sul territorio italiano”.

Loading...