Expo e Territori: tesori ed eccellenze d’Italia

0

Tra le iniziative avviate dal Governo a supporto di Expo 2015 ve n’è una intitolata “Expo e Territori”. L’obiettivo è quello di collegare l’Esposizione Universale con i diversi territori italiani e di ampliare l’esperienza della fiera universale in corso di svolgimento a Milano. Alle iniziative hanno aderito 19 regioni e la Provincia Autonoma di Trento, sotto il coordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche di Coesione e con il supporto operativo di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa.

Al contempo, Padiglione Italia e cinque Ministeri (Affari esteri e cooperazione internazionale; Politiche agricole, alimentari e forestali; Beni e attività culturali e turismo; Istruzione, università e ricerca; Ambiente, tutela del territorio e del mare) hanno pianificato una serie di iniziative che, in Italia e all’estero, avranno lo scopo di promuovere e formare. Il cibo, del resto, rappresenta uno dei più ricchi patrimoni del nostro Paese: la cucina italiana è sinonimo di cultura italiana nel mondo, per via della qualità e l’identità che rimanda ad ogni singola regione. I sapori legati ai territori dunque: l’immagine che l’Italia dà all’estero è rappresentato dal perfetto connubio tra cibo e patrimonio artistico.

Approfittando della fiera espositiva, Expo e Territori mira a far conoscere in tutto il mondo le ricchezze italiane di 19 regioni. Una vetrina virtuale per far sì che le produzioni agroalimentari d’eccellenza giungano laddove fin qui non sono riuscite ad arrivare. Ci sono realtà e aree teatro di produzioni alimentari poco conosciute, ma non per questo di minore interesse rispetto a quelle più rinomate. Expo e Territori, da questo punto di vista, vuole essere uno stimolo e un invito ai visitatori di andare oltre la città di Milano e spingersi in luoghi nei quali potranno trovare ospitalità e cibi d’eccellenza. Nel catalogo di Expo e Territori ci sono oltre 80 prodotti tipici d’eccellenza e 500 segnalazioni di beni culturali e ambientali, per chi volesse conoscerli da vicino, il canale è ormai aperto.

Loading...
SHARE