Fallout 4, annunciata per la settimana prossima la nuova patch in steam

Il successo di Fallout 4, l’ultima novità di Bethesda, ha già raggiunto numeri incredibili: su Steam, gestito da Valve, il gioco è stato acquistato da oltre due milioni di utenti. Il dieci novembre, giorno dell’uscita ufficiale, sono state distribuite nei negozi 12 milioni di copie per soddisfare le richieste degli appassionati, al punto che la casa produttrice ha pensato di ringraziare i fan e scusarsi anche per i bug, purtroppo presenti all’interno di un mondo così vasto.
Fallout 4, l’ultimo videogioco di Bethesda, non può considerarsi una novità in senso assoluto e non si discosta di molto dai precedenti capitoli della serie, la cui ambientazione è quella post apocalittica. Non tutti i giochi devono farlo però: a volte, se il sistema è ben collaudato, tutto ciò che devono fare gli sviluppatori è limare i difetti del progetto. Il gioco ha però diversi bug e per questo Bethesda ha già annunciato, per la prossima settimana, l’uscita di una patch in Steam con alcuni difetti fixati.

Fallout 4 si svolge nel 2277, 200 anni dopo la terribile guerra nucleare che ha sconvolto l’universo nel 2077. Il personaggio che manovrerete è un superstite della guerra, rimasto nascosto in un sotterraneo al riparo dalla minaccia nucleare. Suo figlio, appena nato, è stato rapito dalla moglie, (o dal marito, se decidete di giocare con un personaggio donna). Questa è la missione principale, ma il gioco sostanzialmente offre una quasi totale libertà.

Interessante in Fallout 4 è la possibilità di creare di tutto, perfino delle città. I sopravvissuti al disastro possono incontrarsi in città roccaforte arredate con gli oggetti rimasti sul pianeta. E’ un mondo dove il saccheggio, in baracche semi-abbandonate, è all’ordine del giorno.

Fallout 4 è ambientato negli Stati Uniti, ma non sono gli Stati Uniti che conosciamo. Questo universo ha mantenuto l’atmosfera che avreste trovato in America nel 1950, pur essendo tecnologicamente più avanzato. Si tratta di uno scenario in cui l’America ha fatto affidamento sul nucleare, ma ha mantenuto una cultura anni 50. La radio si può sincronizzare sullo Swing, sul jazz, sul Be-bop, senza le influenze musicali moderne.
fallout 4
Proprio come in Fallout 3 e New Vegas, il mondo creato in Fallout 4 è avvincente. Un miglioramento è dato da una gamma di colori più ampia. Questo significa che rifugi, fogne e baraccopoli hanno abbinamenti cromatici più vari. La presentazione del gioco è di forte impatto, come ci si aspettava del resto.

Uno dei problemi del gioco è che le decisioni del giocatore poco incidono sull’andazzo della storia. C’è una libertà apparentemente totale In Fallout 4, e si può decidere per un po’ di essere più “cattivelli”, ma alla fine si è poi costretti a compiere le scelte più eticamente corrette per il bene della storia.
Il punto debole sono forse i bug della grafica, nonostante lo stile artistico eccelso. Le schermate di caricamento sono lunghe e gli oggetti si intrecciano fra loro. La sincronia labiale non è il massimo. Rispetto ai precedenti giochi Bethesda la grafica è stata migliorata, ma non siamo ancora ai livelli di altri giochi dall’alto budget annunciati come “grandi titoli” nel mercato.

Nonostante qualche difetto, Fallout 4 ha il pregio di avere un’ambientazione ricca di fascino, nella quale si svolge una storia a tratti struggente. Il mondo non è più quello che conosciamo, e in periodi come questo, dove la parola “guerra” è pronunciata con sempre maggiore convinzione, l’universo di Fallout 4 costituisce un monito per chi pensa di affidare a delle bombe il destino delle proprie vite.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*