Festival di Sanremo 2017, Carlo Conti svela i 22 big in gara: grandi della musica italiana e nuovi talenti

Manca ormai sempre meno all’inizio della sessantasettesima edizione del Festival di Sanremo che, per essere più precisi avrà luogo dal 7 all’11 febbraio 2017 ed ecco che proprio nella serata di ieri, lunedì 12 dicembre 2016, sono stati svelati i nomi dei dodici big in gara e che quindi si sfideranno per la vittoria finale oltre che i nomi delle nuove proposte e a svelarli è stato il noto presentatore Carlo Conti nel corso del programma Sarà Sanremo, in onda proprio ieri sera su Rai 1. Tra i big in gara vi sono grandi artisti che nel corso di questi anni hanno fatto appunto la storia della musica italiana ma vi sono anche molti giovani talenti conosciuti per aver partecipato di recente ad alcuni talent show particolarmente seguiti dal pubblico e che nel corso dei mesi scorsi hanno ottenuto un successo così vasto da permettere loro di entrare a far parte dei big in gara e di poter quindi coronare il sogno di cantare e partecipare al Festival di Sanremo.

Tornando alla lista completa dei nomi fornita da Carlo Conti ecco che vi troviamo nello specifico l’amatissimo Al Bano Carrisi con il brano “Di rose e di spine”, e al quale sono andati i migliori auguri di pronta guarigione da parte dei presenti in trasmissione in quanto proprio nei giorni scorsi il cantautore è stato colpito da 2 infarti che lo hanno costretto al riposo forzato e poi ancora la bellissima oltre che talentuosa Elodie, conosciuta dal pubblico per aver partecipato alla scorsa edizione di Amici che arriverà sul palco dell’Ariston con il brano ‘Tutta colpa mia’. E poi ancora tra i big in gara sarà possibile ascoltare la bellissima voce di Fiorella Mannoia con ‘Che sia benedetta’, Nesli e Alice Paba con ‘Do retta a te’, Michele Bravi con il brano ‘Il diario

degli errori’, Fabrizio Moro con ‘Portami via’, Ron con ‘L’ottava meraviglia’ e Raige e Giulia Luzi con ‘Togliamoci la voglia’, Paola Turci con ‘Fatti bella per te’, Giusy Ferreri con ‘Fatalmente male’, il grandissimo Gigi D’Alessio con ‘La prima stella’, Ermal Meta con ‘Vietato morire’, Michele Zarrillo con ‘Mani nelle mani’ e Lodovica Comello con ‘Il cielo non mi basta’.

Amatissimo dal pubblico e appartenente alla lista dei 22 big in lista ecco che vi troviamo anche il vincitore della scorsa edizione di Amici ovvero l’amatissimo Sergio Sylvestre con il brano ‘Con te’, Alessio Bernabei sul palco dell’Ariston con ‘Nel mezzo di un applauso’, Francesco Gabbani con ‘Occidentali’s Karma’, Chiara con ‘Nessun posto è casa mia’, Bianca Atzei con ‘Ora esisti solo tu’, Samuel con ‘Vedrai’ e per concludere ancora un altro grande artista ovvero Marco Masini con il brano ‘Spostato di un secondo’.  Otto sono invece le nuove proposte che gareggeranno in tale categoria e stiamo nello specifico parlando di Braschi, Leonardo Lamacchia, Valeria Farinacci, Tommaso Pini, Maldestro, Marianne Mirage, Lele e per concludere Francesco Guasti.

Ragazzo (si fa per dire, l’abbronzatissimo di Rai 1 ha 55 anni) dalla testa dura, Carlo Conti rilancia. Il suo Festiva- lone numero 3 non cambia menù, puntando su quel minestrone canoro dal gusto lungo che gli ha consentito di girare la boa degli ascolti per due anni di seguito. Ora siamo al terzo (roba da Pippo Baudo, l’ultimo vent’anni fa a concedersi un lusso del genere) e la pappa è questa, svelata in diretta ieri sera durante una quasi seconda serata battezzata Sarà Sanremo (in onda subito dopo la celebrazione dei veterani Mina-Celentano e del loro nuovo album, Le migliori) con il conduttore a snocciolare il suo rosario come in una messa cantata: da una parte le Nuove proposte a disputarsi l’accesso alla finale, dall’altra i big, il piatto forte.

E, allora, cominciamo dai 22 veterani (la dose è stata aumentata, rispetto ai 20 preventivati), messi insieme con il bilancino per acchiappare quante più fasce di pubblico possibile (è questo il gusto lungo: ieri sera Conti usava la metafora molto sanremese del mazzo di fiori). I tifosi dei talent sono stati largamente accontentati con Sergio Sylvestre, il vincitore di Amici, Elodie, la giovane Alice Paba (ex vincitrice di The Voice) in coppia con Nesli, con Chiara Galiazzo, Alessio Bernabei (ex Dear Jack), anche Giusy Ferreri (8 anni fa venne lanciata da X Factor) e il recupero di Michele Bravi (giovane vincitore di X Factor di tre anni fa). E della categoria fa parte in fondo anche Lodovica Comello, conduttrice di Italia’s got talent.

Per quelli che si lamentano che a Sanremo non va la canzone d’autore, ecco il ritorno di Fiorella Mannoia (dopo la bellezza di 29 anni) con Che sia benedetta, pronta a sacrificarsi sul patibolo nazional canoro, ed ecco di nuovo Paola Turci con Fatti bella per te, oltre a Fabrizio Moro e Ron. Per quelli che non rinunciano alla nostalgia perché Sanremo è Sanremo ci sono Marco Masini, Michele Zarrillo e Gigi D’Alessio. Quelli che dicono che il rock viene trascurato si beccano il gusto forte della musica indipendente con Samuel dei Subsonica. Anche il rap ha la sua doppia portata, con il bis di Clementino e con il duo Raige-Giulia Luzi. Per chi ama i bis ecco il ritorno scontato di Francesco Gabbani, vincitore fra le Nuove proposte dell’anno scorso e quello di Ermal Meta, arrivato terzo, ma molto cresciuto come visibilità nell’ultimo anno. Dopo due anni viene ripescata anche l’oggetto misterioso Bianca Atzei.

C’è infine la pagina nazional sentimentale con la presenza di Al Ba- no che, fresco del brivido blù dell’infarto, finalmente riesce a tornare in gara all’Ariston («giura che la sua canzone Di rose e di spine, firmata da Maurizio Fabrizio è una bomba). Del resto il conducator Conti Carlo aveva così spiegato la sua filosofia: «La cosa più importante resta che ogni canzone comunichi un’emozione: questo è l’augurio principale». Ai posteri l’ardua sentenza (da qui a due mesi).

La serata a Villa Ormond, un’invenzione che ha ormai due anni, anche se quest’anno è stata rinforzata appunto con la scelta, finalmente, di comunicare in diretta i nomi dei big (una novità assoluta), era però centrata sulla selezione finale delle Nuove proposte, sottoposta al vaglio di una giuria televisiva composta da Massimo Ranieri, Amadeus, Anna Foglietta, Fabio Canino e Andrea Delogu. Fra i promossi, in una gara anche qui con molti reduci dai talent, da sottolineare la prova del cantautore napoletano Maldestro. Gli altri ammessi sono Tommaso Pini, Marianne Mirage, Lele (è il fidanzato di Elodie), Francesco Guasti e Leonardo Lamacchia che si aggiungono ai due vincitori del concorso Area Sanremo Valeria Farinacci e Federico Braschi.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*