Figli dei fiori gli ultimi………

” Gli anni 60 sono svaniti, la droga non potrà mai più essere così a buon mercato, il sesso mai così libero e il rock and roll mai così grande. “

L ‘origine,la nascita,e chi erano gli Hippie. Innanzi tutto erano per la “Liberta’” dei popoli oppressi dalla   violenza, erano contro i valori del ceto medio, e di una societa’ improntata sul consumismo, sul  proliferare delle guerre, e la corsa all’ armamenti tra Stati Uniti D’America e Unione Sovietica. Si viveva con un certo fatalismo la vita perche’ di droga a buon mercato ne girava e anche parecchia,tra LSD, farmaci, marijuana, al contrario l’ hippy tendeva ed evitava droghe più pesanti come l’eroina e le anfetamine, perché li considerava nocivi o dipendenza.L’origine della parola Hippy deriva da”vita bassa”e il precursore e’ stato Harry Gibson nel 1940 in una canzone dal titolo “Harry l’Hipster” (come Harry si riferiva a se stesso). Da qui nasce a New York il movimento Beat Generation, l’evoluzione del movimento con gli anni si e’ trasformato diventando movimento di massa sia nelle Americhe che in Europa. Non ebbe vita lunga,contrastato dall’opinione pubblica per il troppo uso di droghe, e per i problemi di ordine pubblico,” vivere sulla strada, accattonaggio e traffico di droga”. Era la fine del 1967, i “Diggers”  movimento nato per contrastare gli Hippy scesero in strada dichiarando loro “guerra” del movimento fu bruciato l’effige a Golden Gate Park,ci furono furiosi scontri tra manifestanti e polizia, la maggior parte furono costretti a disperdersi e ambandonarono definitivamente il movimento.Molti di loro ebbero problemi di malnutrizione, tossicodipendenza,e con la giustizia. Coloro che rimasero arrivarono fino al grande evento rock Woodstock che raduno’ oltre 500.000 persone a cui parteciparono i grandi della musica: Joan Baez, Janis Joplin, Grateful Dead, Creedence Clearwater Revival, Crosby, Stills, Nash and Young, Carlos Santana, The Who, Jefferson Airplane, e Jimi Hendrix fu uno spettacolo senza eguali. Per riassumere che cosa di buono, o di cattivo ha lasciato il movimento di buono senz’altro ha influenzato la musica popolare, la televisione, il cinema, la letteratura e le arti. L’industria musicale, in particolare il segmento musica rock, anche la moda ha risentito come la popolarità della cravatta e l’abbigliamento, ed è  stato sostituito da un casual. di non buono LA DROGA.

 

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*