Home » Politica & Feudalesimo » Financial Times: da Monti altra manovra lacrime e sangue

Financial Times: da Monti altra manovra lacrime e sangue

Nuove manovre correttive per l’Italia? Assolutamente no. Parola di Mario Monti il quale, anzi, dalla Cina, ci ha gentilmente informati che “la crisi è ormai alle spalle”. Un vero peccato che gli italiani non se ne siano accorti. La disoccupazione è al 9,3%, quella giovanile al 32,6%. Nel meridione un ragazzo su due non ha un lavoro. Il debito pubblico ha raggiunto il nuovo massimo storico. I nostri stipendi sono fra i più bassi in assoluto nell’Unione Europea, distanti anni luce da quelli di Germania, Svezia, Danimarca, Austria, ecc. Il Pil è fermo da tempo immemore e per il 2012 si prevede addirittura un ribasso. Quella che non si ferma è la corsa folle della benzina, che in alcune regioni d’Italia ha già superato i 2 euro. Potremmo poi citare i suicidi, quasi quotidiani, di operai e imprenditori, schiacciati dai debiti, dal fisco, dal lavoro che manca. Fermiamoci qua: per ragioni di spazio e di fegato.

La situazione è esplosiva, ma Monti – sempre più berlusconizzato – preferisce raccontarci la balla per cui il peggio è ormai alle spalle. La verità – quella che ciascuna persona normale può toccare con mano – è che la crisi in atto non lascia alcuno spiraglio di ottimismo. Le politiche del governo stanno palesamente aggravando la situazione, ma le manovre lacrime e sangue (100 miliardi di euro in due anni) potrebbero non essere finite qui.

Stando al Fatto Quotidiano, che cita l’autorevole Financial Times, l’esecutivo italiano starebbe pensando all’ennesima correzione dei conti. “Gli sforzi messi in atto dall’Italia per raggiungere i principali obiettivi di bilancio potrebbero essere ostacolati dalle ridotte prospettive di crescita e dai tassi di interesse relativamente alti” è quanto si legge nel documentato redatto dai ministri della finanza dei paesi dell’Ue e riportato dal FT. “Il governo dovrebbe quindi preparasi ad evitare qualsiasi slittamento nel raggiungimento degli obiettivi di bilancio mettendo in pratica se necessario nuovi interventi”.

Monti e Passera hanno sempre negato che ci saranno altre manovre. C’è da credergli? Anche la Fornero diceva che l’articolo 18 non sarebbe stato modificato, ora invece ne sta facendo una battaglia ideologica.

Le caste d’Italia possono comunque stare tranquille. Fin troppo facile prevedere che una eventuale nuova manovra non andrebbe a intaccare i loro patrimoni, redditi e privilegi. Chi deve tremare sono i soliti noti.

Loading...

Altre Storie

Medici studiano la notte per salvare paziente e ci riescono

Come riporta Il Gazzettino, una soluzione simile per un caso medico come quello del 73enne Sergio …

One comment

  1. GIOVANNI PUCA

    Monti Mario l’uomo più falso e cattivo del Mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *