Home » Politica & Feudalesimo » Firenze, dipendenti del Comune contro Renzi: “Smemorato o figlio di Geppetto”

Firenze, dipendenti del Comune contro Renzi: “Smemorato o figlio di Geppetto”

Opening Of Pitti Immagine Uomo 79I dipendenti del Comune di Firenze colgono al balzo il pasticcio del prelievo forzoso sugli stipendi degli insegnanti, poi ritirato facendo pagare i genitori, denunciando pubblicamente che il loro datore di lavoro, ossia il sindaco Matteo Renzi, attuale segretario del PD, a loro di soldi in questi mesi ne ha tolti tanti e continuerà a salassarli. A prendere una posizione netta è la Federazione di Firenze dell’Unione Sindacale di Base, che in merito agli stipendi dei dipendenti del Comune di Firenze dichiara in una nota:

“Ieri sera (ieri l’altro, ndr) il nostro datore di lavoro pro tempore, Sindaco del Comune di Firenze nonché segretario del Pd a proposito della decisione assunta dal Mef di recuperare dal mese di gennaio 2014, agli insegnanti, 150 € al mese per gli scatti effettuati nel 2013 ha dichiarato: “Non siamo su scherzi a parte, non puoi dare dei soldi e poi richiederli indietro”… Ci sembra invece che il film che stiamo vivendo al Comune di Firenze da tre anni abbia una trama assai diversa, a noi i soldi Matteo Renzi ce li ha tolti e anche tanti ,e a gennaio 2014 ce ne toglierà altri !!!!! Allora i casi son due o è uno smemorato o è il figlio di Geppetto !!!!!!!!» conclude l’ironica nota.

La replica del vicesindaco, Stefania Saccardi, non si è fatta attendere:

“La storia dei 150 euro chiesti agli insegnanti non c’entra nulla infatti con la vicenda del Comune di Firenze – spiega -. Nel primo caso, infatti, si tratta del blocco degli scatti di anzianità, come da Dpr 122 del settembre 2013 e pubblicato in Gazzetta ufficiale a fine ottobre, applicato retroattivamente…. Per quanto riguarda il Comune di Firenze – continua -, è stata una contestazione del Mef a obbligare il Comune a bloccare il pagamento di alcune indennità in quanto, sempre secondo il Mef, illegittime ab origine. L’amministrazione sta seguendo scrupolosamente la vicenda e finora si è limitata a mettere in mora i pagamenti illegittimi ma nulla è stato recuperato dai lavoratori. Ricordiamo poi che la vicenda è iniziata da un esposto/denuncia del sottosegretario Gabriele Toccafondi, allora consigliere comunale di Forza Italia, alla Corte dei Conti”.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Caricamento in corso ...

Altre Storie

Dieta mediterranea può prevenire il cancro: ecco perché

Che lo stile alimentare rappresenti un fattore fondamentale per vivere a lungo è assodato. Ma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *