Fulmini Shock, folgorati 8 bambini e 3 adulti a una festa a Parigi. Anche In Germania colpiti in 35 a una partita

0

I temporali si sa, sono sempre molto pericolosi motivo per il quale bisogna sempre prestare molta attenzione nei momenti in cui è in atto un temporale oppure quando ci rendiamo conto che il brutto tempo sta per arrivare.

E’ davvero incredibile quello che è accaduto proprio nella giornata di ieri in Germania e precisamente a Hoppstädten, nel land della Renania Palatinato, dove un terribile fulmine ha colpito trentacinque persone proprio nel corso di una partita di calcio per bambini. Stando a quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso sembra proprio che, al momento in cui il fulmine si è abbattuto sul campo di calcio non pioveva e neppure il cielo si era scurito, questo almeno è quanto raccontato dai testimoni presenti sul luogo che hanno dunque raccontato di essere rimasti assolutamente senza parole in seguito a quanto accaduto in quanto nulla, appunto, lasciava pensare o meglio presagire che potesse accadere tutto ciò.

Il fulmine come precedentemente anticipato ha colpito ben 35 persone nel corso della partita di calcio di bambini di età compresa tra i 9 e gli 11 anni e ad essere rimasti seriamente feriti tra le trentacinque persone colpite, sono stati nello specifico tre adulti tra cui l’arbitro quarantacinquenne direttamente colpito dal fulmine in questione. Ma la Germania non è stato l’unico Paese ad essere colpito da una tragedia del genere ed infatti anche in Francia, un fulmine si è nello specifico abbattuto al parc Monceau di Parigi, a due passi dagli Champs-Elysees, colpendo e dunque ferendo undici persone, tra questi otto bambini e tre adulti.

A rendere noto quanto accaduto in Francia sono state nello specifico le autorità locali che hanno inoltre precisato che tra gli otto bambini colpiti dal temporale sei al momento in cui è accaduto il fatto erano in gravi condizioni di salute ma nella serata di ieri è poi arrivata la notizia che ha confermato che solamente per uno dei piccoli colpiti dal fulmine la vita era ancora in pericolo.

Stando alle prime indiscrezioni sul caso sembrerebbe che gli otto bambini di età compresa tra i 7 e i 14 anni e i tre adulti dopo l’arrivo di un improvviso temporale abbiano provato a trovare rifugio sotto un platano ma ecco che tale decisione alla fine è costata loro molto cara in quanto il fulmine si è abbattuto su di loro. Un esperto intervistato da una tv francese si è espresso sulla questione affermando che non bisogna mai cedere alla tentazione di cercare riparo da un temporale sotto un albero in quanto quest’ultimo ha “un effetto punta”. Una fonte del comune di Parigi ha spiegato a Le Figaro che si è trattato “di un fenomeno metereologico brutale, improvviso e imprevedibile. Siamo stati allertati del rischio di temporali solo qualche minuto prima della tragedia”.

Quando ha cominciato a piovere, pochi minuti dopo le tre di ieri pomeriggio, avevano appena cominciato a giocare. Senza pensarci hanno cominciato a correre e sono andati a ripararsi sotto uno dei grandi platani del Parc Monceau, il parco più chic di Parigi, non lontano dall’Arco di Trionfo. Tre errori uno dietro l’altro, hanno poi commentato i meteorologi: non avrebbero dovuto restare in gruppo, non avrebbero dovuto correre, perché provoca scarica elettriche, e non avrebbero dovuto avvicinarsi all’albero, soprattutto a quel platano centenario, molto alto, l’obiettivo preferito delle scariche.

Il fulmine è caduto all’improvviso, prima ancora che cominciasse davvero a scrosciare. Ha tagliato in due parte del fusto, e poi ha colpito tutti: gli otto ragazzini che si erano dati appuntamento per festeggiare un compleanno e i tre adulti che li accompagnavano. Sei erano ancora ieri in gravi condizioni, tre bambini e un adulto in pericolo di vita.

Parigi non era nemmeno stata piazzata in allerta: il rischio di temporali e alluvioni era previsto soprattutto a sud ovest, a Lione e sui Pirenei. Anche a Hopp- stadten, città della Germania occidentale, a circa 400 chilometri da Parigi e dal Parc Monceau, ieri non avrebbe dovuto piovere, o allora soltanto poche gocce. Le tempeste erano previste soprattutto a nord, portate dalla perturbazione Elvira, che comunque
stava perdendo di potenza. E invece intorno alle due di ieri pomeriggio, quindi un’ora prima del dramma del Parc Monceau, un altro fulmine ha colpito, questa volta su un campo di calcio, dove si stava svolgendo una partita tra ragazzini. I feriti sono almeno trentacinque, i più gravi sono tre adulti, tra cui l’arbitro. Ieri gli esperti continuavano a ripetere che nonostante la coincidenza dei due eventi, al Parc Monceau e sul campetto di Hoppstadten, il fulmine raramente uccide o ferisce in modo serio. Le cifre restano comunque preoccupanti per i meno addetti ai lavori: su 500mi- la impatti di fulmini registrati in Francia ogni anno, si contano tra le cento e le duecento persone colpite e tra i dieci e i venti morti.

Secondo Pascal, un pompiere che attraversava ieri pomeriggio il Parc Monceau per andare a un museo con la famiglia e che è riuscito a rianimare un bambino, il bilancio avrebbe potuto essere molto più grave, perché c’erano molte persone e la scarica è stata molto potente. «Correvano tutti – ha raccontato Pascal – Ho visto molte persone in terra, sotto un albero. Uno dei bambini era in arresto cardiaco, ho immediatamente
fatto un massaggio e operato una ventilazione artificiale». La maggior parte delle vittime soffre di ustioni. «Abitavano nel quartiere, avevano deciso di festeggiare un compleanno nel parco, si fa spesso – ha raccontato Grégoire Gauger, che lavora al municipio dell’ottavo arrondisse- ment – Mi trovavo in quel momento a meno di trecento metri dal luogo dell’incidente. Il fulmine è caduto all’improvviso, ci ha colto tutti di sorpresa». Sorpresa e nessuna avvisaglia anche a Hoppstadten. Secondo i testimoni, non stava nemmeno piovendo quando è caduto il fulmine. Tre i feriti gravi: in prognosi riservata l’arbitro, che è stato trasportato in eliambulanza.

Loading...
SHARE