Giornalista ex candidato Fratelli d’Italia, Daniele Lettera, rapina supermercato

Questa non è una notizia che viene scritta tutti i giorni. Il giornalista Daniele Lettera, nonché candidato con Fratelli d’Italia per l’Abruzzo, è stato arrestato per non uno, ma una serie di furti effettuati nei supermercati della regione. La polizia ha ricostruito nel dettaglio il modus operandi di quello che possiamo ormai definire un rapinatore seriale. Daniele Lettera arriva con la sua Micra nel parcheggio del supermercato selezionato, entra a viso scoperto ed impugnando un semplice taglierino, minaccia il cassiere di turno per farsi consegnare l’incasso della giornata.

Daniele Lettera è stato riconosciuto tramite le varie telecamere di sicurezza dei supermercati e ovviamente da numerosi testimoni presenti sui luoghi dei reati, che sapevano benissimo chi fosse. Ci si chiede adesso come mai Daniele Lettera, sapendo d’essere un volto noto – la sua immagine era comparsa su numerosi cartelli elettorali del FdI, non abbia mai preso alcuna precauzione. Quasi volesse farsi riconoscere apposta. Per ben 2 anni è stato responsabile dell’ufficio stampa del comune di Lanciano e candidato per le regionali a Chieti nel 2014, diventando portavoce del partito nella stessa città.

Cosa può aver scatenato la scia di gesti insani? Daniele Lettera ha rovinato la propria reputazione con tanta superficialità, o è stato costretto da cause contingenti? O forse la situazione è molto più complicata di quello che sembra.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *