Home » Economia & Caste » Giovani senza lavoro, solo la Grecia peggio dell’Italia

Giovani senza lavoro, solo la Grecia peggio dell’Italia

Istat: per giovani senza lavoro solo la Grecia fa peggio dell’Italia. Lo dice chiaramente l’Istituto di Statistica diffondendo gli ultimi dati relativi al rapporto ‘Noi Italia’. Nel nostro Paese sono 2 milioni e mezzo i giovani tra 15 e 29 anni che non studiano e non lavorano (i Neet). I dati fanno riferimento all’anno 2013 e sostanzialmente si riferiscono al 26% degli Under 30, circa un giovane su quattro.

Peggio dell’Italia all’interno dell’UE fa peggio solo la disastrata Grecia, con il 28,9% di Neet. Il nostro Paese ne ha il triplo rispetto alla Germania (8,7%) e quasi il doppio della Francia (13,8%). Nel 2013, inoltre, la disoccupazione giovanile ha raggiunto il tasso più alto dal 1977 con il 40%, con un aumento di 4,7% rispetto al 2012 e del 16,5% rispetto al 2004.

Secondo il report ‘Noi Italia 2015’, la situazione dei giovani italiani è sempre più preoccupante, ma in generale sono le famiglie a passarsela molto male. “Il 23,4% delle famiglie (sostanzialmente una su quattro, ndr) vive in una situazione di disagio economico, per un totale di 14,6 milioni di individui”. Se può confortare, nel 2012 la situazione era addirittura peggiore con una percentuale del 24,9%. Tornando al 2013, anno di riferimento della statistica, il 12,4% dei nuclei familiari si trova in grave difficoltà. Le statistiche sono state calcolate in base all’indicatore di deprivazione, che scatta dopo almeno tre sintomi su un set di nove totali.

Tra le maggiori difficoltà degli italiani, ci sono quelle di non poter sostenere spese impreviste, oltre ad accumulare ritardi nei pagamenti di mutui, affitti e bollette. Italiani, c’è poco da “stare sereni”.

Loading...

Altre Storie

Acqua minerale contaminata: Otto lotti ritirati

Il Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di otto lotti di acqua minerale prodotta da Fonte Cutolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *