Delrio: “Se vince il No Renzi al Quirinale”. Solo un equivoco

C’è stato anche chi si è chiesto: “Ma come è possibile che Renzi possa ambire alla carica di capo dello Stato in caso di sconfitta al referendum?!”. “Se vince il No, credo che Renzi andrà dal Presidente Mattarella a rassegnare le sue dimissioni” annuncia il ministro delle Infrastrutture a “Cartabianca” su RaiTre aggiungendo che: “È garantito che se vincerà il Sì, ci sarà una riforma elettorale”. L’impressione di Renzi è “che ce la giochiamo sul filo dei voti”.

Dopo aver messo in guardia nei giorni scorsi dal rischio di un governo tecnico, il capo del governo punta a separare il referendum dal suo destino personale invitando gli elettori “a non farsi fregare: non è un voto per me o contro di me, è un voto per cancellare la Casta”.delrio1

Renzi sceglie di chiudere la sua campagna – forse un po’ scaramanticamente – a piazza della Signoria, dove “quattro anni fa – ricorda – il 2 dicembre ripartimmo da Firenze” dopo la sconfitta alle primarie per la premiership. Uno scontro che si consumerà al congresso del Pd mentre sul fronte del governo, in caso di vittoria, il premier vede un rafforzamento in Italia e ancora più in Ue. Ed è proprio quest’ultimo che prima della tappa finale che precede le 24 ore di silenzio elettorale ad annunciare che se, dovesse vincere il No, il premier sarebbe pronto a lasciare. “Bisogna andare a votare per evitare che Renzi diventi il vostro padrone e il padrone dell’Italia”, avverte il Cavaliere. “Fantapolitica”, assicura infine Renzi la cui vita (politica) dipende solo dal risultato di domani.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*