Home » Economia & Caste » Grecia shock, la Trojka vuole altri licenziamenti di massa

Grecia shock, la Trojka vuole altri licenziamenti di massa

grecia acropoliIl tempo dei sacrifici, per i Greci, sembra non avere mai fine. Non bastavano tasse alle stelle e licenziamenti di massa di impiegati pubblici e privati. La Trojka non è ancora contenta. Per sbloccare i fondi, chiede che il numero dei dipendenti della pubblica amministrazione venga ridotto ancora drasticamente. Come scrive l’Ansa, Bce, Fmi e Ue stanno facendo pressioni sul governo di Atene affinché entro l’anno vengano licenziati 25.000 impiegati pubblici. Cifra abnorme, se si considera che già nel 2012 la pubblica amministrazione è stata molto alleggerita.

La questione è di di difficile soluzione, considerato il fatto che nessuno dei tre partiti della coalizione di governo (Nea Dimokratia del premier Antonis Samaras, il socialista Pasok di Evanghelos Venizelos e Sinistra Democratica di Fotis Kouvelis) vuole sentir parlare di nuovi licenziamenti. Ieri infatti Venizelos ha ripetuto ai funzionari della troika, nel corso di un incontro, che il popolo ellenico “non può sopportare altri sacrifici. Se ce n’e’ bisogno – ha detto il leader socialista – dovete trovare altre soluzioni”.

Le condizioni della Grecia sono già drammatiche. La disoccupazione generale è al 25% circa. Tra i giovani, due su tre non hanno un lavoro. L’emigrazione è diventata un fenomeno di massa. Spaccio di droga, prostituzione, rapine e violenze contro gli immigrati sono tristemente diventati la normalità. La depressione e la malnutrizione dilagano. Atene sembra finalmente essersi resa conto che le ricette della Trojka sono più dannose che benefiche e intende cambiare rotta. L’esecutivo greco vorrebbe portare l’Iva dal 23 al 13% per rilanciare in maniera forte il turismo, unica fonte di salvezza per la Grecia al momento. Bce, Fmi e Ue hanno per ora detto di no. A questo punto l’uscita dall’euro della Grecia potrebbe tornare di attualità, anche se l’enorme debito pubblico rende tutto il quadro della crisi molto complicato.

Loading...

Altre Storie

Cina Shock:Il primo trapianto di testa su cadavere al mondo, è russo il primo volontario

Sarà il neurochirurgo italiano Sergio Canavero a effettuare quest’intervento senza precedenti. Il dottor Cana vero …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *