Home » Politica & Feudalesimo » Grillo agli azionisti Eni: “Sistema corruttivo internazionale” (Video)

Grillo agli azionisti Eni: “Sistema corruttivo internazionale” (Video)

Beppe Grillo, leader carismatico del Movimento 5 Stelle è intervenuto stamane all’assemblea degli azionisti Eni, approfittando della delega di un azionista che possiede due azioni. Come consuetudine, il comico genovese non ha avuto parole tenere per i manager dell’azienda, soprattutto Descalzi e Scaroni: “L’Eni ha dato vita a un sistema corruttivo internazionale”, ha detto Grillo, che prima di entrare in assemblea si era soffermato con i giornalisti parlando ancora una volta di reddito di cittadinanza:

Questa cosa del reddito di cittadinanza brucia, brucia Renzi, brucia tutti. Hanno paura, stiamo crescendo e loro stanno morendo. E’ la fine dei partiti e questo è meraviglioso. Cominciano a vedere dove va il vento ma Salvini non capisce: l’elemosina è la cassa integrazione, la nostra è una proposta per dare dignità. Perdiamo pezzi straordinari di aziende pubbliche: erano eccellenze italiane e ora le lasciano lì come cadaveri.

Dopo la marcia per il reddito di cittadinanza ad Assisi, ora Grillo ha intrapreso una battaglia contro il cda Eni e una volta presa la parola all’Assemblea degli azionisti, ne ha per tutti:

Abbiamo un sospetto: che dietro questa gestione così scellerata ci sia la volontà di gettarla in pasto ai privati, come è stato fatto per tanti altri gioielli italiani. Di Descalzi penso tutto il male possibile. Queste perone non dovrebbero avere cariche pubbliche. Si sono divisi miliardi di tangenti con sovvenzioni di governi di destra e sinistra. Mi ha convinto Descalzi è stato esaustivo, ha parlato di chimica verde, ma poi parlerò del vostro vero volto: certo, la maggior parte delle persone qui non ha capito niente. Eni ha dato vita a sistema corruttivo internazionale. Eni di fatto costruisce da anni sulla corruzione internazionale la politica estera di tutti i governi che si sono succeduti, di destra di sinistra, di centro e di quest’ultimo che non so come definire. Il ministero del Tesoro finge di non sapere. Il sostegno del Governo a queste pratiche criminose è evidente guardando alle nomine. Descalzi – sottolinea – è coinvolto spero in modo innocente, perché mi ha convinto molto la sua relazione, in una inchiesta che riguarda il periodo in cui era vicedirettore Eni.

Le good company se le tengono loro e le bad company ce le danno a noi senza neppure una salvaguardia dei posti di lavoro. Queste persone si sono portate a casa stipendi, stock option, beni e liquidazioni mentre mandano migliaia di persone in cassa integrazione. Deve finire questo sfacelo che permette alle persone di arricchirsi. Torno alla mia infanzia, Saipem era uno dei gioielli italiani portata verso la liquidazione con il valore delle azioni portate dai 40 ai circa 7-8 euro. I dirigenti che hanno denunciato questi fatti sono stati licenziati da un pregiudicato come Scaroni. Poi Scaroni ha messo in liquidazione la Saipem – conclude – , e così che si perdono pezzi straordinari di aziende pubbliche.

Beppe Grillo prima dell’assemblea azionisti Eni

[jwplayer player=”1″ mediaid=”17937″] [jwplayer player=”1″ mediaid=”17938″] [jwplayer player=”1″ mediaid=”17939″]

Fonti: Tgcom e Il Fatto quotidiano

Loading...

Altre Storie

Streaming Gratis Juventus – Fiorentina Rojadirecta

La partita Juventus – Fiorentina   inizierà alle 20:45 allo Stadium di Torino, è l’anticipo della terza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *