Home » Primo piano » Halloween a Londra: notte di violenza e guerriglia urbana

Halloween a Londra: notte di violenza e guerriglia urbana

A Londra i festeggiamenti di Halloween si sono trasformati in un’ennesima occasione per scatenare una vera e propria protesta violenta contro le forze dell’ordine: lancio di sedie, estintori e addirittura anche una molotov è esplosa durante gli scontri con la polizia antisommossa ad un rave a Londra, ‘Scumoween’, l’evento che attira migliaia di giovani da tutto il Regno Unito.

Parecchie persone sono state arrestate a seguito dei tumulti della notte, dove ogni regola sembra essere stata infranta dai giovani festaioli, desiderosi di partecipare all’evento annuale. Secondo alcune fonti dei ragazzi facevano anche la fila lungo i binari ferroviari di Vauxhall per riuscire a superare i cancelli d’ingresso.
Serbatoi di propano pesanti sono stati utilizzati anche come missili, secondo la polizia metropolitana di Southwark.

L’evento gratuito è stato creato per caratterizzare la musica dell'”intero spettro della danza metropolitana“, gli organizzatori Scum Tek hanno detto in vista della manifestazione. Gli stessi organizzatori con delle dichiarazioni avevano cercato di calmare la folla, la quale inspiegabilmente si è scagliata violentemente contro la polizia.

Questo party sta andando avanti, state tranquilli, mantenete la calma,” una dichiarazione aveva detto.
Pazienza, i numeri sono a nostro favore. Non inimicatevi la polizia“.
Alla fine della giornata vogliamo fargli ricordare solo i nostri buoni atteggiamenti, stiamo andando soltanto a ballare, non siamo il nemico“.
Queste sono alcune delle frasi degli organizzatori per calmare gli animi, le quali non hanno però sortito l’effetto sperato.

La furia della folla si è scagliata dopo che la polizia antisommossa è stata chiamata per mettere fine ai festeggiamente, a quel punto  delle persone, come si vede nel filmato, hanno iniziato a lanciare sedie, bottiglie e una possibile molotov mentre gridavano “feccia” e “maiali”.

Bidoni sono stati dati alle fiamme in alcune strade circostanti il luogo della festa
Secondo i ragazzi presenti alla festa la colpa di tutto è da attribuire alla polizia: “non ci sarebbe stato nessun problema se la polizia avesse lasciato tutti all’interno.”
Gli anni passati la polizia londinese aveva lasciato che lo ‘Scumoween‘ si svolgesse regolarmente, senza mai intervenire alla festa, ma quest’anno i funzionari hanno deciso di operare diversamente, intervenendo direttamente con il nucleo antisommossa. Nonostante ciò il party è andato avanti fino alle 6 del mattino di domenica, orario in cui  la polizia ha fatto irruzione nell’edificio utilizzando due leggi: il Criminal Justice ed il Public Order Act., per mettere la parola fine alle prime luci dell’alba al folle divertimento.

Loading...

Altre Storie

Sesso shock, malattie sessualmente trasmesse, allarme Italia

Ogni anno, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, verrebbero diagnosticati 498,9 milioni di nuovi casi delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *