Hillary Clinton accusa Putin del caos in Siria

Hillary Clinton si scaglia contro Vladimir Putin, dicendo che non sta aiutando affatto la Siria, ma sta scatenando il terrore

Hillary Clinton, durante il dibattito presidenziale democratico, ha accusato il presidente russo, Vladimir Putin, di creare il caos in Siria bombardando i terroristi.

Il conflitto di Assad contro l’Isis ha fino a questo momento causato la morte di 250 mila persone. Ma l’intervento dei caccia russi ha messo fortemente in imbarazzo gli Stati Uniti, i quali attraverso Mcain, presidente repubblicano in carica della commissione Forze Armate del Senato hanno ipotizzato un ritiro dal conflitto.

Quando in Russia era presidente Dmitry Medvedov, Hillary Clinton, allora segretaria di stato, era riuscita ad instaurare buoni rapporti con la Russia, ma adesso con Putin la situazione è cambiata radicalmente e non sembra esservi alcuna possibilità di dialogo ragionevole.

“Dobbiamo resistere al suo bullismo, e in particolare in Siria, è importante – e mi congratulo con l’amministrazione, perché è impegnata in questo momento nei colloqui con i russi per mettere in chiaro che hanno avuto modo di far parte della soluzione che cerca di porre fine al sanguinoso conflitto “, ha detto.

«E, penso che sia importante anche che gli Stati Uniti rendano molto chiaro a Putin che non è accettabile che lui in Siria crei più caos, bombardando la gente per conto di Assad, e non possiamo farlo se assumiamo una posizione di leadership, che è quello che sto sostenendo “, ha dichiarato Clinton.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*