HIV shock: Siringhe infette nella pompa di benzina: la bufala corre sul web

Tutto ciò che si trova su Internet va sempre soppesato a dovere, perché non è la prima volta che in rete vangano diffuse delle informazioni false o comunque inesatte. Tutto dipende quindi dalle intenzioni di chi usa il web. In questi giorni in particolare sta circolando un messaggio sui social relativo al rischio della pompa di benzina con l’HIV. Il rischio riguarderebbe quindi gli automobilisti che vanno a fare il pieno e si ritroverebbero infettati col virus dell’Hiv. Precisiamo subito che non si tratta altro che dell’ultima bufala che corre su internet. Tuttavia il tam tam sui social ha messo in allarme milioni di automobilisti.

Questo è l’annuncio, corredato da una foto, che sat facendo il giro del web: “Attenzione, da qualche tempo c’è chi si diverte a inserire siringhe infette di sangue di sieropositivi nelle pistole erogatrici di carburante in alcune stazioni di servizio”. Il sito Bufale.net ha svelato prontamente che si trattava di una notizia del tutto infondata. L’immagine della pompa di benzina con la siringa inserita di nascosto il realtà è vera ed arriverebbe dagli Stati Uniti. In Italia non esiste alcun caso registrato, tuttavia vi consigliamo di prestare la massima attenzione quando andate a fare rifornimento. Si sa mai che qualche malintenzionato voglia far diventare realtà questa bufala.

L’uomo, come riportato da “FOX11”, ha denunciato immediatamente l’accaduto alla polizia e, per accertarsi che non abbia contratto alcun tipo di infezione, dovrà sottoporsi a una serie di test. C’è chi continua a condividere una foto proveniente dagli Stati Uniti, lasciando credere che l’episodio sia avvenuto in Italia: i dementi e gli irresponsabili sul web abbondano, purtroppo, e qualcuno potrebbe provare la tentazione di imitarlo.

Dunque, dire che la notizia è falsa non è proprio esatto perché in realtà è accaduto realmente, ma per fortuna non in Italia ma negli Stati Uniti d’America; il problema principale è che ci possa essere qualcuno che avendo visto questa foto possa emulare il gesto che un perfetto sconosciuto ha compiuto negli Stati Uniti e qualora tale siringa sia realmente infetta, i danni potrebbero diventare davvero incalcolabili.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *