I politici più assenteisti d’Italia: tutti i nomi

0

parlamentari-assenteistiDaniela Santanchè, Pietro Longo, Denis Verdini, Umberto Bossi, Silvio Berlusconi, sono i politici più famosi d’Italia poiché hanno record di presenzialismo in TV. Peccato, però, che non abbiano la stessa costanza nell’andare al lavoro, ossia presentarsi in Parlamento per fare ciò per cui sono stati eletti e profumatamente pagati dai cittadini. SkyTg24 ha realizzato oggi un bel servizio tramite i dati ufficiali di Camera e Senato stilando la classifica dei parlamentari più assenteisti.

Il recordman negativo è il deputato Antonio Angelucci del Pdl che su 1370 votazioni dall’inizio della legislatura ha collezionato zero presenze, tanto da essere considerato un deputato fantasma. Nella classifica dei più assenteisti, Angelucci è seguito dai compagni di partito Pietro Longo (avvocato di Berlusconi) e Daniela Santanchè, che superano entrambi il 90% di assenze, ma a tenere ‘alta’ la bandiera degli altri partiti ci sono Umberto Bossi della Lega Nord, Bombassei di Scelta civica e Guido Galperti e Umberto Marroni del Pd.

Il partito più virtuoso, è manco a dirlo il movimento 5 Stelle, con la percentuale globale nettamente più alta di tutti gli altri partiti: i pentastellati sono in parlamentari più presenti e più votanti in aula, nonostante ci sia chi vada dicendo in giro “appena arrivati in aula si sono mischiati alla massa e diventati ladri come gli altri.”.

Passando al Senato, il più assenteista è Silvio Berlusconi, uno che tiene talmente tanto all sua carica da combattere con il coltello tra i denti per non decadere. A cosa gli serve rimanere senatore se in Senato non c’è mai? Assieme al leader del PDL ha totalizzato il 99,94% di assenze l’altro suo avvocato, Nicolò Ghedini, mentre Denis Verdini non è stato in aula il 99,88% delle volte. Tra i senatori fantasma anche altri nomi illustri come l’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti (assente l’88,88% delle volte) e l’ex Premier Mario Monti, che ha disertato l’aula nel 65% delle occasioni.

Ma chi sono i virtuosi? Alla Camera il record delle presenze spetta a Francesco Cariello del MoVimento 5 Stelle (presente al 99,12% delle votazioni), poi Giorgio Brandolin del Pd, Lainati del Pdl e Paola Binetti di Scelta Civica. Al Senato, la più solerte è Donatella Albano del Pd, 99,88% delle presenze, seguita da Paolo Arrigoni (Lega Nord), Lucio Barani (Gal), Giacomo Caliendo (Pdl) e Ornella Bertorotta (MoVimento 5 Stelle), tutti con tasso di presenze superiore al 96%.