Immigrati choc ad Eboli, senza biglietto picchiano capotreno preso a calci e pugni

1

E’ successo alla stazione di Eboli nella mattinata di ieri, verso le ore 8, su un treno che da Salerno era diretto alla stazione di Buccino. ono ospiti del centro di accoglienza di Sicignano degli Alburni e richiedenti asilo politico. Uno filmava tutto con lo smartphone.

Un capotreno, dopo aver richiesto l’esibizione del titolo di viaggio, è stato preso a calci e pugni da un gruppo di immigrati che si trovava a bordo senza biglietto. E’ successo alla stazione di Eboli nella mattinata di ieri, verso le ore 8, su un treno che da Salerno era diretto alla stazione di Buccino. Quella ai danni del capotreno è stata un’aggressione in piena regola da parte di un gruppo di immigrati che, di origine nigeriana, è richiedente asilo politico nonché ospite presso il centro di accoglienza di Sicignano degli Alburni.

Il capotreno, dopo l’aggressione, è stato portato presso l’ospedale Maria Santissima Addolorata di Eboli dove sono state riscontrate escoriazioni e contusioni in più parti del corpo. Immediato è stato peraltro l’intervento dei carabinieriimpegnati ora a ricostruire la dinamica dei fatti. I militari hanno tra l’altro rilevato che uno degli immigrati, mostrando nel video compiacimento, aveva filmato l’aggressione utilizzando uno smartphone.

Il capotreno aveva peraltro tentato di sfuggire all’aggressione scappando, ma è stato inutile in quanto il gruppo di immigrati lo ha subito rincorso prendendolo poi a calci e pugni. Quattro sono gli immigrati autori dell’aggressione, in base alle ricostruzioni dei carabinieri, che sono stati poi portati in caserma e posti in stato di fermo.

I quattro autori dell’aggressione al capotreno non erano tra l’altro gli unici immigrati, ospiti del centro di accoglienza di Sicignano degli Alburni, che erano presenti, ma a quanto pare avrebbero soltanto assistito all’episodio sebbene siano comunque in corso degli approfondimenti da parte dei carabinieri.

I colpevoli dell’aggressione sono quattro uomini tutti di nazionalità nigeriana, una volta identificati sono stati immediatamente portati alla stazione dei carabinieri, dove tuttora sono in stato di arresto, anche se, il gruppo di immigrati era numeroso, non ci sono stati altri arresti perché avrebbero soltanto assistito all’aggressione. Momentaneamente, sono in corso ulteriori accertamenti tutta la città di Eboli è sotto choc per l’accaduto.

L’episodio ha causato la cancellazione della corsa per il restante tragitto e il trasbordo dei viaggiatori sul treno successivo. Trenitalia “oltre a garantire al suo dipendente la necessaria tutela legale, gli esprime la solidarietà dell’azienda e dei colleghi”.

Loading...
SHARE