Home » Primo piano » Impero Romano non è caduto per i barbari: la nuova teoria
Impero Romano

Impero Romano non è caduto per i barbari: la nuova teoria

Impero Romano crollato per colpa dei barbari? Anche no. La teoria che per millenni è stata la più accreditata e che tutti noi abbiamo studiato sui libri di storia viene messa in discussione. La rivista ‘Nature’, infatti, ha pubblicato i risultati di una ricerca secondo cui la distruzione dell’Impero romano sia avvenuta in realtà per una serie di calamità naturali, come violente eruzioni vulcaniche. Tra il 500 a.C. e il 1000 d.C., infatti, ci sarebbero state 15 tra le 16 estati più calde della storia, precedute da grandi eruzioni.

In seguito, ci sarebbero state quattro estati molto fredde, che avrebbero così esposto le popolazioni del tempo a sbalzi climatici devastanti. Le conseguenze principali, infatti, furono epidemie e carestie, risultate fatali per il popolo romano. Alla stesura della teoria rivoluzionaria ha partecipato il Michael Sigl, del Desert Research Institute di Reno e del Paul Scherrer Institute in Svizzera:

Abbiamo osservato almeno due grandi eruzioni vulcaniche intorno a quel periodo storico – afferma il professore – e l’abbassamento di temperature che ha raffreddato la terra è stato provocato da particelle di solfato vulcanico che hanno ricoperto la parte più alta dell’atmosfera e hanno schermato i raggi del sole facendo da scudo.

Se queste tesi fossero confermate dalle prossime indagini, la storia dell’Impero Romano, così come l’abbiamo imparata sui libri di scuola sarebbe letteralmente rivoluzionata. Ovviamente, prima che questa nuova versione diventi certezza, dovrà essere suffragata da ulteriori prove e gli scienziati sono già al lavoro per trovarle. Non mancheranno, ovviamente, gli studiosi che lavoreranno al contempo per confutare queste nuove teorie e dare forza a quelle tradizionalmente accettate.

Loading...

Altre Storie

Allarme alimentare: Muffa ed ammoniaca nel formaggio, sotto sequestro una determinata marca

I Nas di Viterbo hanno sequestrato più di 15 mila chili di latte di pecora …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *