Home » Cronaca & Calamità » In coma per nove anni dopo un parto gemellare, risarcimento da 3,5 milioni di euro
pancia

In coma per nove anni dopo un parto gemellare, risarcimento da 3,5 milioni di euro

In gravidanzaUna donna di 26 anni partorì due gemelle nove anni fa: immediatamente dopo il parto, la ragazza andò in coma. Dopo tanti anni, arriva un risarcimento di 3,5 milioni di euro che, però, non restituiranno alle bambine la loro madre, che non ha potuto vederle, crescerle e viverle come fanno tutte le altre genitrici con i propri figli. Il fatto si è svolto all’ospedale di Camposampiero, dove la 26enne subì un taglio cesareo per dare alla luce le due gemelle. A emettere la sentenza il giudice civile Manuela Elburgo, della sezione distaccata di Cittadella.

L’Azienda ULSS 15 Alta Padovana deve risarcire, inoltre, anche i medici legali che hanno indagato sulle cause di questa drammatica vicenda e pagare le spese di lite alle assicurazioni, tra le quali spunta il nome anche della Lloyd’s. La donna, dopo aver partorito le due gemelle il 5 agosto 1999, fu nuovamente ricoverato presso la struttura ospedaliera con la diagnosi di iperpiressia: il 13 agosto entrò in coma ed è morta il 27 marzo 2008.

LE CAUSE DELLA MORTE – Il giudice Elburgo dà le seguenti motivazioni nella sentenza:

I consulenti tecnici d’ufficio hanno evidenziato che si sarebbe dovuta anticipare l’intubazione della paziente ed accertarsi con maggiore cura del posizionamento del tubo endotracheale, precisando che il non averlo fatto integra gli estremi della colpa medica a carattere omissivo per grave negligenza, imprudenza e imperizia posto che la colposa privazione di ossigeno al cervello che ha provocato il coma e quindi il decesso della paziente non si sarebbe verificata se i sanitari avessero posto in essere la condotta dovuta laddove la condotta omessa, qualora correttamente e prontamente prestata, avrebbe avuto serie e apprezzabili possibilità di evitare i danni.

I DANNI – La donna, al momento del parto, era una casalinga e non aveva lavoro. Pertanto, il giudice ha quantificato i danni arrecati alla vittima e alla stessa famiglia, calcolando lavori casalinghi a 8 euro all’ora, per otto ore al giorno e sette giorni alla settimana, comprese ferie, tredicesime e quattordicesime. In questo modo, è stata ricostruita tutta la copertura assicurativa dal 1999 a seguire.

[Foto: Bravibimbi via Compfight]
Loading...

Altre Storie

Streaming Gratis Juventus – Fiorentina Rojadirecta

La partita Juventus – Fiorentina   inizierà alle 20:45 allo Stadium di Torino, è l’anticipo della terza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *