Home » Cronaca & Calamità » Incredibile: mostro Marcinelle chiede la libertà

Incredibile: mostro Marcinelle chiede la libertà

Marc-DutrouxTorna alla ribalta delle cronache giudiziarie un caso che negli scorsi anni ha infiammato il Belgio: stiamo parlando del mostro di Marcinelle, Marc Dutroux condannato all’ergastolo nel 2004 per sei sequestri di bambine a scopo sessuale. Quattro delle vittime del mostro, morirono nel corso degli anni ’90. Ora  Dutroux ha chiesto tramite i suoi legali di poter usufruire del regime di libertà condizionata indossando un braccialetto elettronico. Oggi alle 14, Dutroux comparirà davanti al Tribunale per l’applicazione della pena (Tap), ma le possibilità che la sua richiesta venga accolta sono prossime allo zero.

Già il fatto che il detenuto ‘più odiato in Belgio’ abbia comunque presentato una richiesta di questo tipo, sta letteralmente facendo infuriare i cittadini belgi, soprattutto dopo che lo scorso agosto ad ottenere questo trattamento dal Tap è stata Michelle Martin, l’ex moglie e complice di Dutroux già condannata a 30 anni di reclusione.

Loading...

Altre Storie

Aviaria, Hong Kong vieta l’import di pollo e uova da Padova

L’autorità sulla sicurezza alimentare di Hong Kong ha preannunciato nella giornata di ieri il blocco delle …

One comment

  1. Un Paese autenticamente civile ignora certe richieste e di conseguenza non ne consente la pubblicazione…ma…un Paese veramente civile che conserva la memoria degli orrendi delitti potrebbe anche decidere di concedere la libertà condizionata ai mostri come Dutroux aprendo una pista a chi volesse fare giustizia sommaria di un essere immondo che tra l’altro vive, mangia e dorme inquinando peraltro il sistema fognario…il tutto a spese dello Stato…a questo punto viene da chiedersi quale sia veramente uno Stato civile rigettando aprioristicamente tutte le balle psicologiche sul reinserimento e sul perdono…quando ti massacrano una figlia puoi solo sperare di morire in fretta perchè il dolore non ha confini nè spazi in cui disperdersi…è chiuso dentro di te e ti consuma…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *