India: muore sepolto vivo in un fossato di un cantiere

India: un uomo ubriaco precipita dentro un fossato e muore sepolto vivo dalla ghiaia. La tragica fine di un quarantacinquenne

Alcolismo e incompetenza: un mix letale che, come avvenuto in India, può avere conseguenze tragiche. Un uomo di 45 anni, ubriaco, è stato trovato morto, sepolto vivo all’interno di un cratere scavato dagli operai di un cantiere edile.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo stava rientrando a casa dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo e non si sarebbe avveduto del fossato – non adeguatamente segnalato dalla ditta – finendoci dentro.
In seguito, gli operai non accorgendosi del suo corpo privo di sensi sul fondo, l’avrebbero ricoperto di ghiaia. L’uomo è stato quindi sepolto vivo, rimanendo senza aria per diverse ore, fino al momento del suo ritrovamento, avvenuto in maniera alquanto inquietante: nel tentativo di liberarsi egli aveva scavato fra la ghiaia, riuscendo a far uscire una mano dal terreno che ha attirato l’attenzione di un passante. Purtroppo, era già troppo tardi.

Due operai sono arrestati. Uno dei due è il conducente del camion che ha rovesciato la ghiaia sulla vittima.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*