India, si fermano le piogge, le dighe rilasciano l’acqua in eccesso allagando le abitazioni di Chennai

0

E’ caduta ben poca pioggia nelle ultime ora a Chennai, una delle regioni dell’India più colpite dagli allagamenti, e i giornali locali informano che il sole è finalmente uscito, ma il livello dell’acqua in molte zone residenziali colpite nei giorni addietro è in aumento, a causa l’eccesso di acqua rilasciata dalla diga di Chembarambakkam.
Per i residenti, quel che è peggio è che il rilascio fatto dalle autorità che controllano il bacino idrico è stato fatto senza preavviso, l’azione infatti è stata dichiarata come una esplicita violazione della procedura.In aree come Kotturpuram, dove le acque si sono ritirate, i residenti vivono nella paura che un altro carico di acqua possa essere rilasciato dalla diga nelle prossime ore.

chennai-india

La rabbia dei cittadini di Chennai, India, che sono costretti a lasciare le case allagate

Ciò che ci preoccupa di più è che se il peggio è passato o deve ancora venire. Il livello dell’acqua è in aumento ogni ora,” ha detto un residente in Mylapur, una delle zone più eleganti di Chennai.
Noi non sappiamo quando i serbatoi sono stracolmi o quanta acqua viene scaricata. Non sappiamo quando sarà scaricato più acqua … Non abbiamo nessun potere, niente internet, o beni di prima necessità“, ha aggiunto. Le strade di Mylapur sono allagate, le auto sono a metà immerse nell’acqua è in molte abitazioni i piani terra sono inservibili, tanto che la gente è stata costretta al ritirarsi al primo piano, almeno chi ne possedeva uno. “Al mattino, l’acqua era alle caviglie, ora è al ginocchio“, ha detto un altro residente. “Siamo sempre in preda al panico. L’acqua è contaminata“, ha aggiunto.

I due fiumi, Adyar e Cooum, scorrono sono ormai piena. Molte delle capanne sparse sulle rive sono state sommerse e centinaia di persone adesso si trovano senza fissa dimora, camion e bus sono stati rovesciato dalla forza dell’acqua, e l’acqua in molte zone si ritira con lentezza. Il livello delle piogge, misto al carico della diga, è entrato pure al piano terra di alcuni grattacieli siti anche a chilometri di distanza dai due fiumi. I senzatetto si sono trasferiti in un zone collinari più elevate, i più indigenti si sono avvolti in coperte e altro, in attesa di soccorso e della riabilitazione. “Mio marito è ancora in casa dal momento che non lascerà i nostri quattro cani a morire“, ha detto una delle residenti anziane, Rani Chadha, che rimane nella Defence Colony. “Viviamo sul bordo del lago Adyar. Almeno ci informassero prima di rilasciare l’acqua … ora tutto è perduto.” Mercoledì scorso, il commissario della Chennai Corporation, Vikram Kapur, ha detto che i fiumi erano ancora al livello di pericolo e l’acqua in eccesso doveva essere rilasciato a Chennai. “Nessuno degli scarichi può lavorare con tanta pioggia. Se questo tipo di pioggia succede di nuovo siamo in una situazione difficile“, aveva detto.

Loading...
SHARE