Indulto: oltre a Berlusconi, Napolitano salva altri 300 politici imbroglioni

3

Napolitano Angered By Steinbrueck Comment“La gente non capisce che tragedia si consuma ogni giorno nelle carceri”. Si è espresso così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, rispondendo alle critiche del Movimento 5 Stelle che ha parlato di indulto e amnistia per salvare come al solito il condannato Silvio Berlusconi. Rispetto per le tragedie che si consumano nelle carceri, ma perché Napolitano non ha la stessa decisione e tenacia per risolvere le tragedie che ogni giorno si consumano FUORI dalle carceri, con padri di famiglia che si suicidano ogni giorno perché non arrivano a fine mese o non riescono a pagare i debiti?

Comunque sia, Silvio Berlusconi, non è il solo a salvarsi con l’indulto proposto dal presidente della Repubblica: come riporta ‘Il Fatto Quotidiano’, ci sono circa 300 politici imbroglioni – tra parlamentari, regionali, provinciali e comunali – che con un colpo di spugna torneranno casti e puri. Attualmente sono in tutto 47 i deputati e senatori coinvolti in inchieste o processi, tra cui Giulio Tremonti (Lega Nord), Antonio Azzollini (Pdl), Francantonio Genovese e Maria Gullo (Pd), ma anche Edmondo Cirielli (ex Pdl, ora Fratelli d’Italia), oltre che due parlamentari di Scelta Civica, Aldo Di Biagio e Angelo D’Agostino.

Anche loro potranno votare a favore del colpo di spugna che li salverà e che salverà al contempo anche politici regionali, provinciali, sindaci e assessori, colpevoli a vario titolo di truffa, peculato, frode fiscale, associazione a delinquere, collusione con la mafia, con la ‘ndrangheta e la camorra. Questa è UNA TRAGEDIA caro Presidente Napolitano.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati