Instagram, milioni di contenuti pornografici nel social network

Sono circa un milione i contenuti proibiti finiti su Instangram nel 2015. A scovare l’inghippo il blogger Jed Ismael che, invece di film, si è imbattuto in clip e immagini pornografiche, accessibili senza alcun avvertimento da parte dell’app.

Considerato che la notizia, in breve, ha fatto il giro del mondo, non è difficile immaginare cheInstagram possa presto adottare dei provvedimenti che le consentano di affrontare la questione in tempi relativamente brevi, impedendo che in futuro venga scoperta una falla simile. Ma a quanto pare le misure di controllo adottate dal social network dedicato a foto e video, non sembrano essere stati sufficienti, almeno come dimostra la recente scoperta venuta alla luce, della presenza di oltre 1 milione di video pornografici presenti su Instagram. Questi contenuti, ovviamente, non sono permessi, tuttavia evidentemente c’è un modo per aggirare questi divieti. “Sono comprese nel divieto anche le foto di capezzoli femminili”. Intanto è bene ricordare quali sono le norme della communitò di Instagram riguardo ai contenuti espliciti: “È proibito pubblicare sui Servizi foto o altri contenuti violenti, con nudità totali o parziali, discriminatori, illegali, illeciti, contenenti messaggi di odio, pornografici o con allusioni sessuali esplicite…”

Al momento Instagram non ha ancora rilasciato nessuna dichiarazione in merito a quanto accaduto sulla propria piattaforma.

Le foto e i video pornografici non sono ammessi all’interno della piattaforma di photo-sharing Instagram, ma gli utenti hanno trovato un modo per evitare il divieto. L’ultima scoperta è stata fatta dal blogger di tecnologia Jed Ismael: cercando la parola film in arabo ha scovato diversi film, video e materiale pornografico.

Considerata l’enorme diffusione di queste piattaforme social, soprattutto tra gli utenti più giovani, e potenzialmente a rischio quando si tratta di accedere a contenuti inappropriati in base all’età, sono stati molti i provvedimenti adottati negli anni più recenti, come ad esempio Instagram, che nella sua politica di comportamento impedisce ad esempio la vendita di armi o la condivisione di materiale pornografico, compresi i nudi artistici, generando non poche polemiche.

Eppure Instagram le sue regole le ha. La maggior parte sono stati postati da ragazzini che usano sempre di più il social network. Ci sono un sacco di minorenni che hanno Instagram, e i genitori non saranno probabilmente felici di questa notizia.

“Sappiamo – ha scritto – che ci sono momenti in cui la gente potrebbe voler condividere le immagini di nudo che sono artistiche o creative in natura, ma per una serie di motivi non permettiamo il nudo suInstagram“.

In particolare, una di queste dice che è proibito pubblicare sui servizi, foto o altri contenuti violenti, con nudità totali o parziali, discriminatori, illegali, illeciti, contenenti messaggi di odio, pornografici o con allusioni sessuali esplicite.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*