Home » Politica & Feudalesimo » Ischia, tangenti: arrestato sindaco del PD

Ischia, tangenti: arrestato sindaco del PD

Giuseppe Giosi Ferrandino (PD), sindaco di Ischia, è stato arrestato assieme ad altre nove persone nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Napoli. Coinvolti nell’operazione anche alcuni dirigenti del colosso delle cooperative CPL Concordia, arrestate dai carabinieri del Comando Tutela Ambiente: secondo l’accusa, sarebbero state pagate tangenti per la metanizzazione dei comuni dell’isola campana.

Dalle indagini, infatti, sarebbero emerse due finte convenzioni per un totale di 330 mila euro con l’albergo di famiglia, oltre all’assunzione del fratello in qualità di consulente e un viaggio in Tunisia pagato con soldi pubblici. Si sarebbe consumata così la corruzione: il sindaco piddino, secondo la Procura, “era diventato una sorta di factotum al soldo della CPL”.

Loading...

Altre Storie

Acqua minerale contaminata da batterio killer Pseudomonas aeruginosa: i lotti interessati

Dopo l’ultimo episodio che ha terrorizzato parecchie persone sulla vicenda del batterio killer Pseudomonas aeruginosa …

5 comments

  1. Non è possibile che un PD non sia un santo!!!!

  2. e il bello è che nel suo manifesto ci guardava dal paradiso !

  3. in certi paesi arabi ai ladri amputano le mani.Noi si potrebbe cominciare col la falangretta al primo latrocinio,la seconda volta falangina ed alla terza ,la falange…

  4. se poi recidivasse ancora, gli si amputa il cazzo,perchè lo avrebbe rotto abbastanza. Naturalmente è solo una fantasia liberatrice di un italiano che non ne puole più.
    Ma questa gente sa che dovrebbe conoscere la questione morale .di Berlinguer,en quella del l’Italia giusta di Bersani…?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *