Kiev granata tra poliziotti e manifestanti

Una granata esplode a Kiev tra un corteo di manifestanti davanti il parlamento

Diversi agenti di polizia e membri della guardia nazionale ucraina sono rimasti feriti dopo che una granata è stata lanciata da una folla di manifestanti nazionalisti che manifestavano davanti al parlamento a Kiev, contro una nuova proposta di legge per dare uno status speciale alle regioni separatiste.

Un cameraman della TV Reuters che era presente sul posto ha detto che diversi agenti di polizia sono stati feriti ai piedi dall’esplosione. Due agenti sono stati subito soccorsi per delle ferite sulla scena e c’erano pozze di sangue sulla strada, ha detto il cameraman.

Gli scontri sono scoppiati davanti al parlamento di Kiev questa mattina, non appena il parlamento si è riunito per iniziare le modifiche sulla costituzione del paese al fine di concedere maggiore autonomia alle regioni separatiste filo-russe dell’Ucraina orientale.

Le riforme costituzionali sono tenuti ai sensi di un accordo di pace firmato nel mese di febbraio, che ha chiesto a Kiev di implementare il “decentramento” del potere entro la fine di quest’anno. Ma i critici hanno bollato le riforme come “non-ucraine”.

Un totale di 265 parlamentari hanno votato a favore delle riforme durante la seduta di questa mattina del parlamento, con le proteste che si tenevano sia all’interno che all’esterno dell’edificio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *