La Danimarca dissuade i rifugiati dall’entrare nel paese

In Danimarca le regole dell’accoglienza profughi si fanno più dure

“La Danimarca ha deciso di stringere i regolamenti relativi ai rifugiati in una numero di aree,” questo è quanto si legge su quattro diversi giornali in tre lingue diverse: arabo, libanese e inglese.

Il testo inoltre informa i lettori che il Parlamento danese ha appena varato una norma per ridurre i benefici sociali per i rifugiati appena arrivati ​​fino al 50 per cento.
Dopo ha elencato ben sei richieste che un rifugiato deve soddisfare per diventare a pieno diritto un cittadino danese, tra queste: un test di conoscenza della lingua ed un permanenza all’interno dello stato di 5 anni.

Inoltre, l’annuncio informa i lettori che i cittadini stranieri che beneficiano della protezione temporanea in Danimarca non hanno il diritto di portare i membri della famiglia in Danimarca durante il primo anno di residenza all’interno dello stato.

il governo di centro-destra danese ha deciso di mostrarsi ben disposto nell’accoglienza dei profughi, in linea con il trend generale dei paesi europei, ma nonostante ciò ha varato alcune norme decisive per tutelare le proprie frontiere.

La Danimarca ha ricevuto 14,815 richieste di asilo nel 2014, rispetto ad appena 7.557 dell’anno prima, mentre nei primi sei mesi del 2015 – da gennaio a maggio, esclusi quindi i mesi intesi dell’estate – il numero totale dei richiedenti asilo ha già superato la cifra del 2014.

One Reply to “La Danimarca dissuade i rifugiati dall’entrare nel paese”

  1. tutti rinsaviscono dopo avere revisionato il problema .Tutti non possono essere accolti. e non possono essere trattati meglio de poveri nazionali..Solo chiesa e nostri dementi governanti non l’hanno capito,forse per lucrarci sopra.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *