Home » Economia & Caste » L’Espresso – Finocchiaro fa la spesa con la scorta al supermercato: allora è un vizio!

L’Espresso – Finocchiaro fa la spesa con la scorta al supermercato: allora è un vizio!

Anna Finocchiaro, Democratic Party (PartCirca un anno fa si sollevò un gran polverone su Anna Finocchiaro, vista e fotografata mentre faceva acquisti all’Ikea con la scorta, che dovrebbe essere utilizzata per fini un po’ più importanti dello shopping. E invece la senatrice Pd ci ricasca a quasi un anno di distanza: giovedì pomeriggio è stata vista in un supermercato romano, nei pressi dell’Aurelia, accompagnata dall’inseparabile scorta, che per l’occorrenza pesava e sceglieva con cura frutta e verdura per l’ex ministro. Secondo quanto riferisce L’Espresso, molte persone volevano fotografare la Finocchiaro intenta a fare la spesa con la scorta, impegnata nella delicata e pericolosa scelta della frutta e della verdura migliore al supermercato. Ma gli impavidi gorilla della senatrice hanno impedito a chiunque di scattare foto al grido di battaglia: “Che sta facendo, lei?”, il tutto ripreso dalle telecamere.

Puntuale è arrivata la smentita della Finocchiaro, che in una lettera a L’Espresso ha detto che la scorta gli è stata imposta, che la spesa se l’è fatta da sola e che nessuno ha impedito di fare foto. Il quotidiano per tutta risposta ha confermato tutto, ribadendo di poter fornire diversi testimoni. E allora ecco che è partita dalla Finocchiaro la solita tiritera delle minacce, delle querele, degli avvocati, ecc ecc. In un periodo così disastroso per l’Italia, in cui la casta politica è nell’occhio del ciclone, in cui il Presidente del Consiglio Letta chiede rigore, il ministro Pd ha toppato ancora una volta per la sua malattia di “scortamania”.

Piuttosto che minacciare querele la Finocchiaro si faccia delle domande: è il caso di utilizzare la scorta per fini extra-sicurezza, quando ci sono famiglie che non arrivano a fine mese e quando si susseguono i suicidi di imprenditori stritolati dalla crisi? In fondo fare la spesa non sembra un’operazione così pericolosa. La scorta di ogni politico grava sulle casse dello Stato italiano, e di conseguenza sulle nostre, noi mortali cittadini. La senatrice Pd pensi a queste cose, la prossima volta che si avventura nella pericolosa operazione della spesa e dello shopping.

Foto Getty images- Tutti i diritti riservati

 

Loading...

Altre Storie

Censura crocifisso dai prodotti e li cancella. Attivisti di fronte alla Lidl alzano crocifisso di tre metri

In Ungheria, un gruppo di attivisti ha eretto una grande croce proprio di fronte alla Lidl . …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *