Home » Politica & Feudalesimo » La giornalista di Report: “Di Pietro è come Bossi: soldi pubblici usati per scopi privati”

La giornalista di Report: “Di Pietro è come Bossi: soldi pubblici usati per scopi privati”

La polemica che sta travolgendo l’Italia dei Valori e in particolare il suo leader, Antonio Di Pietro, prosegue. L’ex magistrato si è spinto a dire che la puntata di Report dello scorso 28 ottobre ha addirittura segnato la morte dell’Idv.

Si parlava di immobili, tanti immobili, molti dei quali finiti nel patrimonio personale di Antonio Di Pietro. Tutto un complotto di Milena Gabanelli e del suo staff? Molti simpatizzanti dell’Idv la pensano così, anche se il partito è spaccato e rischia di colare a picco nei consensi.

Intanto, però, Sabrina Giannini, l’autrice dell’inchiesta andata in onda domenica, ci tiene a sottolineare che “è scandaloso parlare di complotto contro l’Idv: noi di Report non guardiamo in faccia nessuno”.

In un’intervista rilasciata al quotidiano pubblico, la giornalista è andata anche oltre, paragonando Di Pietro a Bossi. “Mi sembra sia evidente che il personaggio abbia contraddizioni forti, dall‘aver messo su il partito con la più scarsa partecipazione democratica in Italia, almeno fino al 2009, a certi comportamenti che forse non saranno legali ma che di sicuro non rispondono al profilo politico, etico e legale del moralizzatore che si è disegnato addosso e che, peraltro, pretende dagli altri. La gestione opaca della cassa, il familismo e il liderismo del suo partito e del suo agire. Lui, che fa il supermorale, gestiva il denaro pubblico a tre, e nel triumvirato c’era anche la moglie che con me non ha voluto parlare. Perché per Travaglio i comportamenti non etici e non morali di Berlusconi e Lega vanno stigmatizzati e questi no? Bossi ristruttura la casa a Gemonio con i soldi del partito ed è uno scandalo, Di Pietro fa lo stesso – c’è una fattura a testimoniarlo – nella sua casa a Roma a via Merulana e va bene?”.

C’è poi quel miliardo di vecchio lire donato nel 2001 da un privato cittadino e finito direttamente a disposizione del leader Idv. “Di Pietro prende un miliardo d’eredità da un privato che quel lascito glielo assegna per far politica e poi compra con quei soldi degli appartamenti – dice la Giannini. – Chiedete a Chiesa, Paola, Veltri e Ferrara che nel 2001 si autotassarono per fare la campagna elettorale cosa ne pensano. Perché non ha usato quell’eredità per loro? L’ha dimenticata, come ha già detto? Ma tu Boris (il giornalista di Pubblico che la intervista, ndr) potresti mai dimenticarti un miliardo di lire o più di quaranta proprietà? Ma per favore”.

Loading...

Altre Storie

Acqua minerale contaminata da batterio killer Pseudomonas aeruginosa: i lotti interessati

Dopo l’ultimo episodio che ha terrorizzato parecchie persone sulla vicenda del batterio killer Pseudomonas aeruginosa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *