Home » Politica & Feudalesimo » La lettera di Antonello: “Siamo un Paese di eccellenze ma con politici parassiti”

La lettera di Antonello: “Siamo un Paese di eccellenze ma con politici parassiti”

bersani-monti-alfano-casini-twitterGentile Direttore
Si rimane sempre di più basiti, come Cittadini, nel leggere le diatribe correnti politiche inter-poli e gli emolumenti ai politici di vario livello ed ai Dipendenti-accessori della Camera dei Deputati  e dei vari   dirigenti Regionali, ecc. Una remunerazione che non ha paragoni in altri Paesi Civili, basti pensare al Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano che prende letteralmente il doppio del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Noi abbiamo oramai una struttura sociale a Caste. Chi produce è tartassato, chi dovrebbe “guidare” una Nazione invece, oltre che “pensare” a loro stessi: vedi diritti acquisiti, che rimangono solo per loro, mentre ad altre categorie sono stati letteralmente cancellati: vedi legge Fornero, ecc.; non guardano e non seguono valori etici e politici che dovrebbero indirizzarli ad una guida socialmente valida. Una classe dirigente intelligente dovrebbe avere quella sensibilita’ politico-sociale necessaria a recepire le problematiche della societa’, gli aiuti tecnici, giornalistici, ecc. sono presenti ed attivi, comunque l’informazione diretta ed indi  retta e’ presente per recepire le istanze della Popolazione Italiana.Oramai siamo divisi in classe e ceti in struttura piramidale dove la base geometrica e’ composta da disoccupati, esodati, pensionati a basso reddito. Siamo ancora all’ennesimo insulto nei confronti della maggioranza della Popolazione, vedi: finanziamento pubblico ai Partiti,(e sentiamo ancora qualcuno che dice se viene tolto c’è il rischio di perdita della democrazia),vitalizi,stipendi dalle Provincie alle Regioni,ecc.,poi barbieri, commessi con stipendi elevatissimi della Camera dei Deputati; esiste oramai una bibliografia degli sperperi che non ha eguali nel mondo occidentale, questo non significa pero’ che negli altri Paesi sia meglio, noi dobbiamo pensare alla nostra Italia.

Una classe politica che non produce un euro a favore della Comunità non puo’ durare. In questo Paese abbiamo delle eccellenze che nel resto del Mondo ci invidiano: vedi: la CRI, la Protezione Civile, la Sanità, le forze dell’Ordine, ecc.; dall’altra parte i parassiti politici in assetto di comportamento continuativo e persistente nell’incapacita’ nel capire e nel sacrificarsi e nel dare quel valore aggiunto che darebbe a loro ed a noi un qualcosa di positivo. Oggi si parla di diminuire i costi, anche nella sicurezza, si riducono le Caserme dei Carabinieri e si continua a far fare sacrifici ai Militi che garantiscono la nostra sicurezza ma si aumentano le scorte, che sono pagate da noi per i nostri politici che sono i piu’ scortati del Mondo. Quando intendo Forze di Polizia intendo tutto l’universo della sicurezza nazionale. Lo sfruttamento dell’Uomo cambia forma e metodo, ma la sostanza rimane invariata, la Storia ci ha insegnato che prima o poi la disperazione esplodera’.

Dottor Antonello Quattrocchi –Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo-Udine

Loading...

Altre Storie

Gentiloni si piega agli scafisti Nessun blocco navale in Libia

Il blocco navale è «escluso». Sarebbe, spiega Roberta Pinotti, «un atto ostile» nei confronti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *