La Volkswagen dichiara allo stato attuale perdite per 3,48 miliardi di euro

Ancora una volte due dirigenti della Volkswagen, in visita al Tokyo Motor Show, si sono detti dispiaciuti per lo scandalo delle emissioni, che ha colpito il colosso di auto mondiale.
Il nuovo amministratore delegato della Volkswagen, Herbert Diess, si è scusato davanti la folla del salone dell’auto di Tokyo per la truffa sulle emissioni messa a punto dalla casa automobilistica, promettendo di riconquistare la fiducia dei clienti: “A nome di tutta la mia compagnia, mi piacerebbe chiedere scusa“.

Il capo della divisione di Volkwagen Giappone, Sven Stein, ha fatto un inchino in stile giapponese per scusarsi, sottolineando che la priorità è quella di risolvere il problema, scoprire che cosa è successo e assicurarsi che lo scandalo non accada mai più.
volkswagen
Intanto il gruppo bancario Lloyds Banking Group ha stanziato più di 500 milioni di euro per coprire il costo assicurativo da pagare ai clienti, facendo salire il costo totale delle coperture ad un valore 14 miliardi di euro.

Il nuovo amministratore delegato della Volkswagen andrà in visita anche in Cina nei prossimi giorni, come parte della delegazione commerciale diretta da Angela Merkel.
Dal momento che le auto costituiscono circa un terzo delle esportazioni della Germania verso la Cina, la presenza di Matthias Müller è un segnale importante a Pechino.
Questa visita avviene in un momento cruciale e non solo per la Germania, ma per il pianeta intero, dato che l’aumento delle preoccupazioni sull’economia globale stanno rallentando e danneggiando il settore produttivo.

Intanto la Barkey ha annunciato la nomina Jes Staley come nuovo amministratore delegato. Jes Staley è un banchiere americano, che ha alle sue spalle una lunga carriera a Wall Street.
La nomina di Staley non accade all’improvviso, dal momento che era in testa sulla lista dei candidati. Scegliendo lui, Barclays vuole mettersi al sicuro, nella gestione della grave crisi che il gruppo bancario dovrà affrontare nei prossimi anni.

Infatti anche ignorando lo scandalo delle emissioni, le vendite della Volkswagen hanno subito un netto calo rispetto all’anno precedente, passando da un fatturato di 3,23 miliardi all’attuale di 3,06 miliardi di euro. Si prospettano tempi molto duri per l’economia tedesca.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*