Lavoro da casa diventa un diritto: ecco dove e perché

Con la nuova legge in vigore da luglio, in Olanda il lavoro da casa diventa un diritto e il capo non potrà più dire no. A meno che lo stesso datore di lavoro non dimostri che il telelavoro implichi difficoltà insuperabili, dunque, lòa richiesta di un dipendente non potrà essere rifiutata.

La proposta sull’home working è stata lanciata dal partito dei Verdi d’Olanda ed è già stata approvata: diventerà operativa da luglio, rendendo i Paesi Bassi la prima nazione ad introdurre una normativa specifica sul telelavoro. Secondo l’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, il telelavoro è cresciuto in Olanda fino al 32%, contro una media europea dell’8%.

Come riporta oggi il quotidiano ‘La Stampa’, entrando in vigore la nuova legge, l’azienda non potrà più rifiutare una richiesta di “lavoro da casa”, a meno che non riesca a dimostrare che la cosa comporti difficoltà insuperabili per la pianificazione, la produzione, la sicurezza e che non causi danni economici alla ditta. La nuova legge è stata approvata con larga maggioranza da tutti i partiti olandesi, per quello che è stato celebrato dai media locali come un consenso politico che non si vedeva ormai da molti anni.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*