Le infradito fanno male, i medici: “non usatele”

1

Le infradito fanno male: l’allarme è dei medici inglesi che a pochi giorni dall’inizio ufficiale dell’estate, lanciano una vera e propria campagna contro questo tipo di sandali. In ampie zone della nostra penisola le temperature massime sono già sopra i 30 gradi e c’è chi, tra un lavoretto e un altro, approfitta per fare i primi bagni. Deposte definitivamente in scarpiera le scarpe invernali, sono i sandali a farla da padrone e in molti preferiscono avvalersi delle infradito. Aperte, leggere, comode… pensano in tanti.

In realtà, secondo i medici inglesi, l’uso prolungato di questo tipo di ciabatte, rappresenta un rischio per la salute. Gli esperti, infatti, mettono in guardia da quelli che sono gli effetti collaterali per chi indossa le infradito, sia che siano in gomma, sia in pelle: si fa dalla fascite plantare fino all’infiammazione del tendine d’achille.

Il fatto che si debbano trattenere le scarpe stringendo le dita dei piedi – l’allarme degli esperti britannici – causa una forte tensione dell’arco plantare.

Chi è abituato ad indossare le infradito probabilmente non ci avrà mai fatto caso, ma è evidente che la necessità di trattenere le ciabatte, implica uno sforzo che alla lunga può rivelarsi molto deleterio. Inoltre, c’è il rischio di veder spuntare vesciche, o ancora ispessimento e crepe nella parte dei talloni, quando non addirittura tagli dovuti agli sfregamenti. Gli esperti, ovviamente, non vi dicono di prendere le vostre belle infradito e buttarle immediatamente nella pattumiera: il consiglio è quello di alternarli con altri tipi di sandali, meglio se a tacco medio. Se proprio volete portare per tanto tempo le infradito, allenate l’arco plantare con una pallina da tennis.

Loading...
SHARE