Lecce, medico e rappresentante di pacemaker rinviati a giudizio: in sala operatoria senza autorizzazione

Lecce, medico e rappresentante di pacemaker rinviati a giudizio in sala operatoria senza autorizzazioneSono finiti nei guai e precisamente rinviati a giudizio dal giudice per l’udienza preliminare Giovanni Gallo, il medico 62enne di Cavallino Michele Galluccio Mezio e Fabio Tridici, 43enne rappresentante di apparecchiature mediche di Supersano finiti al centro dello scandalo in seguito al video, diffuso sul web e che ha fatto il giro d’Italia e adesso accusati di concorso nell’esercizio abusivo della professione medica. Nel video in questione il medico è stato immortalato presso l’ospedale di Copertino mentre effettuava un delicatissimo intervento a cuore aperto proprio in compagnia del tecnico Fabio Tridici, venditore di apparecchiature elettromedicali. A portare alla luce la delicata questione, che ha fatto molto parlare di se, era stata la trasmissione di Rai 3 intitolata Report che era riuscita ad entrare in possesso del video in questione grazie ad un tecnico che proprio nel giorno in cui è stato effettuato l’intervento in questione si trovava in sala operatoria ed ha potuto assistere alla scena e allo stesso tempo filmarla decidendo in un secondo momento di inviarla alla trasmissione Report senza però formalizzare alcuna denuncia in Procura.

La presenza di Tridici, tecnico della Boston Scientific, nella sala operatoria dell’ospedale sopra citato in cui il medico stava effettuando una delicata operazione a cuore aperto non era assolutamente autorizzata e proprio in seguito alla diffusione del video vennero effettuati tutta una serie di accertamenti che furono eseguiti dai Nas coordinati dal pm della Procura di Lecce Roberta Licci e che hanno portato il medico e il tecnico ad essere rinviati a giudizio in attesa del processo che avrà luogo proprio il prossimo 1° luglio ed ecco che a difendere Tridici vi saranno gli avvocati Luigi ed Alberto Corvaglia, mentre invece a difendere il Dottor Galluccio Mezio vi sarà l’avvocato Giuseppe Bonsegna. In seguito alla diffusione del video in questione ecco che proprio l’operatore Fabio Tridici ha provato a difendersi dalle accuse sostenendo di trovarsi in sala operatoria per fornire un supporto tecnico ma sarà proprio adesso nel corso del processo che bisognerà capire meglio la vicenda.

Da successivi risvolti è inoltre emerso che proprio l’ex addetto alle vendite di apparecchi elettrodomestici per conto della grande azienda Boston Scientific, non solo ha partecipato all’intervento a cuore aperto senza autorizzazione ma addirittura sembrerebbe aver anche sostituito il medico durante l’intervento su un paziente per il riposizionamento di un elettrocatetere ventricolare suo al suo posizionamento, il tutto mentre il paziente era assolutamente ignaro di quanto stesse accadendo. Nel frattempo comunque proprio il dottor Michele Galluccio Mezio è stato prosciolto dall’accusa di falso in quanto ‘il fatto non sussiste’. Tale accusa era nello specifico rivolta ad alcuni episodi legati a presunte visite mediche avvenute presso gli spazi ambulatoriali dello stesso ospedale San Giuseppe di Copertino e che il medico avrebbe delegato ad altre persone non autorizzate.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*