Liquore al Viagra: l’idea dei cinesi

Singolare caso di contraffazione alimenti in Cina: trovate tracce di Viagra in un noto liquore locale. Alcuni produttori di baijiu, infatti, hanno inserito nell’alcolico anche il Sildenafil, l’eccipiente che sta alla base della cosiddetta “pillola blu”. Sull’etichetta del prodotto, inoltre, i produttori decantavano le proprietà terapeutiche del liquore.

Le forze dell’ordine hanno effettuato migliaia di sequestri in Cina: due distillerie del Sud sono ora accusate di aver contraffatto il baijiu, un liquore simile alla nostra grappa, introducendovi l’eccipiente Sildenafil. In tutto, ispettori della Food and Drug Administration della provincia meridionale del Guangxi hanno sequestrato 5.357 bottiglie di baijiu sospette e in più 1.124 litri di alcol puro. Nel corso dei sequestri, sono state rinvenute anche quantità di polvere di Sildenafil.

Sull’etichetta della “grappa cinese” vi era scritto che il liquore aveva proprietà benefiche per la salute, mettendola in realtà a rischio poiché ignorava le regole base per la somministrazione di un vasodilatatore come il Viagra.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*