Home » Politica & Feudalesimo » M5S, per Marta Grande una laurea in 63 ore?

M5S, per Marta Grande una laurea in 63 ore?

imagesSi infiamma la polemica sulle presunte lauree di Marta Grande, neoparlamentare del M5S, accusata di aver mentito sui suoi titoli di studio proprio come Oscar Giannino, ex presidente di Fare. Ma procediamo con calma. La Grande sostiene nel suo curriculum di possedere una laurea in Lingue e Commercio nazionale presso l’Università di Alabama in Huntsville. Inoltre vanta anche un corso di Relazioni Internazionali alla Peking University in Cina. Ebbene alcuni zelanti utenti del web, mossi dalla curiosità, hanno iniziato a cercare e hanno trovato il corso seguito dalla Grande sul sito ufficiale dell’Università dell’Alabama (http://www.uah.edu/la/departments/foreign-languages/programs/foreign-language-literature/75-main/liberal-arts/foreign-languages/3445-flit-foreign-language-international-trade), della durata di 63 ore.

In realtà i denigratori della Grande hanno sostenuto che abbia mentito, poichè questi corsi di studio all’estero non sono assimilabili alle lauree italiane. E la vicenda si infittisce di mistero quando anche su Wikipedia vengono modificati i titoli di studio. La laurea in Lingue e Commercio nazionale si trasforma in “Bachelor of Art”. In realtà tale Bachelor equivale ad uno studio universitario e non corrisponde nel nostro sistema esattamente ad una laurea. Allo stesso modo il certificato ottenuto per il corso di Relazioni Internazionali in Cina non varrebbe in Italia, essendo una semplice scuola estiva. Insomma la Grande avrà gonfiato un po’ il suo curriculum, mentre altre persone si sono affrettate ad avventarsi su di lei per screditarla. Con maggiore trasparenza ed un pizzico di sale in zucca, tutto questo polverone si poteva anche evitare. Onestamente, in Italia abbiamo cose più importanti a cui pensare e soprattutto da risolvere.

Loading...

Altre Storie

Gentiloni si piega agli scafisti Nessun blocco navale in Libia

Il blocco navale è «escluso». Sarebbe, spiega Roberta Pinotti, «un atto ostile» nei confronti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *