Home » Politica & Feudalesimo » M5S propone taglio numero deputati, senatori e province, PD PDL e Monti bocciano

M5S propone taglio numero deputati, senatori e province, PD PDL e Monti bocciano

vito_crimi_senatoI media ieri hanno parlato solo di ciò che interessava loro per mettere in cattiva luce il Movimento 5 Stelle. Ma oltre a presentare la proposta di dare il diritto di voto ai 16enni, il M5S ha portato ieri in aula una proposta di riforma della seconda parte della Costituzione che prevedeva:

– riduzione del numero dei deputati e dei senatori;

– la riduzione del numero dei consiglieri regionali;

– la soppressione delle Province;

l’accorpamento di Comuni;

l’introduzione del referendum propositivo e consultivo senza quorum;

l’eliminazione di ogni quorum per il referendum abrogativo;

– la fissazione del numero massimo di mandati elettorali a qualsiasi livello pari a due;

– la previsione dell’ incandidabilità alla carica di deputato e senatore di coloro che sono stati condannati con sentenza definitiva, sulle leggi di iniziativa popolare, un termine perentorio entro cui il Parlamento abbia l’obbligo di esaminarle;

– Terzo e ultimo punto “affrontare le riforme esclusivamente nelle sedi parlamentari proprie in rispetto agli articoli 72 e 138“.

Ovviamente, la maggioranza di Governo, quella che non vuole alcun cambiamento, PD+PDL+Monti, ha votato contro. Ma non era stato proprio il Governo Monti supportato da PD e PDL a promuovere il taglio dei parlamentari, della province etc. etc.? Che fine ha fatto quella proposta?

[youtube width=”620″ height=”370″]http://www.youtube.com/watch?v=GcZDDYZlPE0[/youtube]
Loading...

Altre Storie

Uova al fipronil: partita contaminata e ritirata dal mercato, scandalo senza fine

Tracce rilevanti dell’insetticida Fipronil sono state trovate nel corso di un controllo in un campione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *