Mafia capitale, intercettazione: “Sindaco M5S incorruttibile”

1

Emergono nuovi dettagli dall’inchiesta Mafia Capitale: il nuovo filone, che ha portato agli arresti di altre 44 persone nei giorni scorsi, tra cui politici del PD e di Forza Italia, ha scatenato un vero e proprio polverone mediatico. E se da un lato c’è chi spera che Marino (sindaco di Roma del PD) arrivi a fine legislatura “così se magnamo tutta Roma”, si legge tra le carte delle indagini che a Pomezia la malavita ha un grosso problema: il sindaco incorruttibile del Movimento 5 Stelle.

Fabio Fucci, primo cittadino di Pomezia, eletto proprio tra le fila del M5S di Beppe Grillo, sarebbe citato dallo stesso Salvatore Buzzi, uno dei principali attori dello scandalo Mafia Capitale. Secondo quanto riferiscono alcuni organi di stampa, come ‘Latina Oggi’, nell’ordinanza del Giudice per le indagini preliminari di Roma, Flavia Costantini, è scritto testualmente:

Buzzi spiegava (a un altro interlocutore che gli chiedeva come fosse la situazione su Pomezia, ndr) che in realtà non hanno alcuna protezione, sottolineando che il Sindaco di Pomezia è incorruttibile.

Insomma, mentre in altre città c’era terreno fertile per fare soldi con gli immigrati (“che fruttano più del traffico di droga”), a Pomezia non ci sarebbe stata alcuna possibilità per le cooperative di trasformare in centri d’accoglienza le strutture locali perché l’Amministrazione comunale “a 5 stelle” non avrebbe fornito alla malavita alcuna “protezione”. Insomma, dove amministra il M5S, Mafia Capitale non attecchisce.

Loading...