La storia Shock di Eric Aniva malato di Aids pagato per avere rapporti di “purificatore” con le bambine vergini

L'uomo, che vive in Malawi, ha raccontato la sua esperienza in una lunga intervista shock alla BBC. Di mestiere fa la "hyena", una sorta di purificatore del sesso, figura molto diffusa in Africa Orientale. Ma con il suo lavoro rischia di aver infettato decine di ragazzine.

Una storia davvero terribile quella che stiamo per raccontarvi che vede protagonista un uomo dello stato africano del Malawi, il quale veniva pagato da alcuni genitori per avere dei rapporti sessuali con le proprie bambine alla prima mestruazione. Si tratta di una tradizione piuttosto rischiosa tanto quanto assurda e lontana da ogni logica. L’uomo in questione ha rilasciato un’intervista shock per la BBC nel corso della quale ha raccontato di essere stato pagato dai 3 ai 5 dollari per fare sesso con delle ragazzine di 12-13 ianni, al fine di effettuare una sorta di pulizia sessuale. L’uomo ha anche raccontato che le ragazzine fino ad ora sono state sempre piuttosto contente di andare con lui “Si sentono donne dopo essere state con me”, ha idichiarato l’uomo in questione nel corso dell’intervista. .

Alcune di loro hanno solo 12 o 13 anni, anche se io preferisco quelle più grandi. La mia è una vera e propria professione. Con me loro possono diventare buone donne e mogli, per queste i loro familiari mi assumono per portare a termine il lavoro”, ha aggiunto ancora l’uomo che ha anche spiegato che quello della Hyena è un ruolo davvero molto importante tra le popolazioni tribali.Si tratta, tuttavia di una tradizione piuttosto particolare e delicata visto che un abitante su 10 è infetto da HIV tra cui lo stesso Aniva, che fino al giorno d’oggi pur sapendo non ha mai parlato della sua sieropositività.

Dunque, sostanzialmente Eric veniva pagato dai genitori al fine di far fare sesso con le proprie figlie, per lo più bambine di 12 e 13 anni, che viene definito una pulizia sessuale. Il “rito” di purificazione è rivolto anche a donne adulte, ad esempio vedove o donne che hanno da poco abortito.Molte di loro hanno ammesso di aver compiuto il rituale per non deludere i propri genitori e per non attirare sciagure sull’intera famiglia, ma di ricordare con orrore quei momenti. “Se avessi rifiutato – ha raccontato al quotidiano inglese Daily Mail Maria, di 12 anni – i miei cari sarebbero stati colpiti da qualche epidemia o sarebbero morti”, continua Maria,una ragazzina di 12 anni.La sua storia è stata raccontata dalla tv inglese BBC, con una intervista esclusiva allo stesso Aniva, che ha immediatamente creato scompiglio nel pubblico d’oltremanica che ha seguito la sua vicenda.

Malato di Aids pagato per fare sesso “purificatore” con le bambine Eric Aniva è una “hyena”: un professionista del sesso pagato per avere rapporti sessuali con le ragazzine alla loro prima mestruazioine. Succede nel distretto meridionale di Nsanje, nel Malawai.

Aniva riceve dai 3 ai 4 euro a prestazione, per quella che nel Paese è considerata una tradizione. Aniva è malato di Hiv, come lui stesso ha confessato alla Bbc, anche se ha rivelato di non averlo mai detto ai genitori delle sue clienti.

Le ragazzine sono entusiaste di avere rapporti non protetti con lui, sostiene Aniva, ma le cose in realtà non starebbero così: molte delle intervistate hanno dichiarato alla Bbc di essere state costrette ad andare con Aniva, per non disonorare la famiglia e non attirare calamità su di loro. Il “rito” di purificazione è rivolto anche a donne adulte, ad esempio vedove o donne che hanno da poco abortito.

Secondo gli esperti, la tradizione è una delle principali cause di diffusione nel paese di Aids e malattie sessuali: nel paese uno su dieci ha l’Hiv.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*