Home » Primo piano » Mangiare pomodori riduce il rischio di tumore alla prostata

Mangiare pomodori riduce il rischio di tumore alla prostata

Pomodori RossiGli uomini che consumano più di 10 porzioni di pomodori a settimana, hanno il 18% di possibilità in meno di ammalarsi di tumore alla prostata. Lo riferisce l’Ansa, che riporta i risultati di una ricerca pubblicata sulla rivista ‘Cancer Epidemiology, Biomarkers and Prevention’.

Lo studio, effettuato presso l’Università di Bristol, in collaborazione con le Università di Cambridge e Oxford, ha analizzato diete e stili di vita di circa 20.000 uomini inglesi di età compresa tra i 50 e i 69 anni. All’atto delle verifiche, gli studiosi hanno scoperto che coloro i quali avevano consumato più di 10 porzioni di pomodori ogni settimana – pomodori freschi, succo di pomodoro, sugo – avevano visto una riduzione del 18% del rischio di cancro alla prostata. Si tratta del secondo tumore più diffuso tra gli uomini di tutto il mondo.

La riduzione del rischio da consumo di pomodori, deriverebbe dal licopene, un antiossidante di cui sono ricchi i pomodori e che protegge da danni alle cellule. I ricercatori, in ogni caso, consigliano di non abbandonare i vegetali e di variare il proprio regime alimentare, mantenendosi su cinque porzioni di frutta o verdura al giorno. Questo regime alimentare, riduce il rischio di tumore alla prostata del 24%.

Loading...

Altre Storie

Medici studiano la notte per salvare paziente e ci riescono

Come riporta Il Gazzettino, una soluzione simile per un caso medico come quello del 73enne Sergio …

One comment

  1. sapevo da tempo che i pomodori contenevano sostanze del gruppo ormonale femminile che risultavano protettivi per la prostata(anti ipertrofia ed anti-CR,Così ne ho sempre consumati freschi e cotti. Non mi posso lamentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *