Marino ritira le dimissioni, ma ora è indagato per concorso in truffa

Altri grattacapi sorgono per Ignazio Marino, che con un colpo di mano, stupendo tutta l’Italia ha ritirato le dimissioni. Il sindaco, dopo più di due settimane di tira e molla ha deciso di ritirare le dimissioni, che sarebbero state effettive lunedì scorso. Ma adesso la ritrovata fiducia di Marino verrà nuovamente messa a dura prova, proprio nel momento più difficile del suo iter politico. Infatti il sindaco è indagato per concorso in truffa -accusa pesante – in esame tutto quello che è avvenuto nella Onlus da lui precedentemente gestita.
Si parla infatti false assunzioni presso la Onlus, ragion per cui il nome del sindaco di Roma si trova nel registro degli indagati della procura, che sta attuando l’inchiesta. Secondo Enzo Musco, legale del sindaco, l’inchiesta è sì tuttora in corso, ma in via di archiviazione. I fatti risalgono al 2013, quando presso la Onlus venivano retribuiti degli stipendi a dei dipendenti inesistenti; gli assegni in questione venivano poi girati ad un informatico, direttamente assunto da Ignazio Marino. In realtà sono tre i contratti sui cui attualmente si indaga, firmati da Marino e intestati a nomi di fantasia. Il sindaco si dice ignaro dell’evento e si dichiara inoltre parte nella vicenda. E’ probabile dunque che Marino non avesse mai messo in dubbio la buona fede dei suoi dipendenti e firmasse senza controllare le carte della Onlus.

Il senatore Andrea Augello dell’Area popolare Ncd-Udc ha dichiarato: “Ignazio Marino è uno dei quattro indagati per concorso in truffa, di cui ha riferito il ministero della Giustizia rispondendo a una mia interrogazione”.
La procura di Roma ha ‘contestato’, secondo quanto si legge sui documenti ufficiali, ‘ai quattro indagati, a vario titolo, ciascuno nelle rispettive qualifiche, i reati di concorso in truffa, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico’. Le accuse sono pesanti, Marino di duri colpi in questo autunno ne ha già subito parecchi, riuscirà a resistere anche questa volta senza cadere? Vedremo.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*