Home » Primo piano » Massacro Diaz, il poliziotto: “Ero lì e lo rifarei mille volte”

Massacro Diaz, il poliziotto: “Ero lì e lo rifarei mille volte”

Dopo la condanna della Corte Europea all’Italia per “torture” si torna a parlare dei fatti della Diaz di Genova e del G8. A far discutere, infatti, è un post di Fabio Tortosa, che su Facebook ha pubblicato questo messaggio: “Io sono uno degli 80 del VII Nucleo. Io ero quella notte alla Diaz. Io ci rientrerei mille e mille volte”.

Si tratterebbe, dunque, di uno dei poliziotti che durante il G8 di Genova nel 2011 e che avrebbe appunto massacrato e torturato delle persone disarmate e inermi, tra cui donne e anziani. Al momento, il post ha ottenuto centinaia di Mi Piace e condivisioni, ma tra i commenti si leggono anche cose tutt’altro che lusinghiere:

Ok, quantomeno non ti nascondi come gli altri topi codardi dei tuoi colleghi. Detto questo – commenta un utente di Facebook – , sei una m….. Tu e le altre 79 bestie. Punto.

Il post risale allo scorso 9 aprile ed è stato pubblicato molto probabilmente proprio per commentare la sentenza di Strasburgo, secondo la quale le forze dell’ordine inflissero delle vere e proprie torture ai manifestanti sorpresi nel sonno dal blitz. La condanna è stata inflitta anche grazie alla decisiva testimonianza di Arnaldo Cestaro, all’epoca dei fatti 61enne, che si era fermato alla Diaz perché troppo stanco dopo il corteo.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”17543″]
Loading...

Altre Storie

Allarme smog a Torino: “chiudete le finestre”

L’allarme smog a Torino si fa sempre più serio ora dopo ora, in una nota diffusa …

One comment

  1. non mi è parso che i manifestanti stessero lì a benedire.Hanno devastato tutto quello che c’era da devastare
    e hanno colpito e ferito , ogni forza dell’ordine che incontravano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *