Matrimonio ‘scaccia-stress’, sposarsi giova alla salute

0

Le persone sposate hanno livelli più bassi di cortisolo. Se l’immaginario collettivo, di segno vagamente maschilista, prevede il fatidico “sì” pronunciato davanti all’altare alla stregua della prima pietra in grado di fungere da lapide tombale dell’Amore (con la “A” maiuscola) e si prepara ad infinite diatribe tra fornelli e routine, pare invece che il matrimonio non solo possa cementare il rapporto di coppia, a patto che si decida di sposare la persona giusta, ma che produca una serie di benefici organici che migliorano sensibilmente le condizioni neurologici dei contraenti. I ricercatori hanno infatti scoperto che gli individui sposati avrebbero livelli più bassi di cortisolo, l’ormone dello stress, rispetto a quelli che non si sono mai sposati o che non lo sono più.

In tre giorni non consecutivi, i ricercatori dell’Università statunitense hanno raccolto campioni di saliva da 572 adulti sani di età compresa tra i 21 e i 55 anni. Se nelle persone sposate il declino della sostanza avveniva in maniera accelerata, nei single si registrava una significativa lentezza: in pratica lo stress, come indicano gli studiosi, rimaneva alto anche con il passare delle ore con ricadute negative anche sulla salute, visto che lo stress abbatte le difese immunitarie ed aumenta il rischio di contrarre infezioni.

Ciò comprometterebbe la salute proprio perché lo stress prolungato è associato all’aumento di cortisolo e, da parte sua, quest’ultimo può interferire con la regolazione dell’infiammazione, fenomeno a sua volta associato alla comparsa e alla progressione di diversi problemi di salute. “Questi dati – aggiunge Sheldon Cohen, responsabile dello studio – forniscono importanti dettagli del modo in cui le nostre relazioni sociali intime possano influenzarci a tal punto da condizionare la nostra salute”.

Loading...
SHARE