Home » Politica & Feudalesimo » Mauro, ministro della Difesa: “Missioni all’estero sono un investimento”

Mauro, ministro della Difesa: “Missioni all’estero sono un investimento”

Enrico Letta Government To Face Confidence VoteNon che non lo sapessimo, ma ora c’è almeno la conferma ufficiale: le missioni di guerra dell’Italia all’estero sono un investimento. Si spendono soldi con lo scopo di generare utili, altro che democrazia e missioni di pace. Lo dice chiaramente il ministro della Difesa del Governo Letta, Mario Mauro al ‘Corriere della Sera’. Mauro si scaglia contro coloro che chiedono la sospensione delle missioni evidenziando anche un “ingente spreco di denaro”, perché “nelle nostre missioni usiamo il denaro per stabilizzare e mettere in sicurezza, e questo è un bene per il nostro Paese. L’Italia ne ha un beneficio diretto. Non sono solo spese, sono investimenti”.

Sull’Afghanistan, poi, Mauro è aggiunge: “Il nostro Paese e la nostra opinione pubblica devono sapere che vale la pena stare lì anche a costo della vita”. Stabilizzare i conflitti, aiutare gli altri popoli a trovare la strada della democrazia, sono solo un effetto collaterale’. L’obiettivo principale è fare le guerre per fare soldi. Lo sapevamo, grazie per l’ammissione ministro.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Caricamento in corso ...

Altre Storie

Dieta mediterranea può prevenire il cancro: ecco perché

Che lo stile alimentare rappresenti un fattore fondamentale per vivere a lungo è assodato. Ma …

2 comments

  1. Ok MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando

    Oh belin..l’Italia “buonista” che aiuta ..che accoglie i profughi ecc. MA di fatto in realtà è BELLIGERANTE all’inverosimile !L’Italia ha più interessi occulti nelle varie missioni di pace ARMATE..fatte con DENARO PUBBLICO e militarmente NON tutto il denaro va dove deve andare..il segreto militare qui è sempre in atto, ma belan l’Italia ricordiamolo sempre ha anche interessi di ARMI ne compra ma ne produce assai tante che vende al mondo intero ! Armi pesanti (navi, elicotteri aerei ecc.) armi leggere fucili,mitragliatrici ,varie bombe, pistole..e altre armi bianche..senza poi contare gli interessi di indumenti militari , di protezione e di varia manutenzione ecc. ecc. Mentre mette tantissimi Italiani operai Lavoratori in DISOCCUPAZIONE con rispettivi danni sia patrimoniali ,esistenziali, morali CONTINUI estesi alle rispettive Famiglie cosa fatta subita dai tanti giovani disoccupati che tanto si parla e si scrive ma sopratutto nel silenzio fatta contro i disoccupati di mezza età con famiglia a carico e affitti mutui da pagare !Qui si dovrebbe fare come la francese Nathalie Michaud che ha spicciato in faccia al Presidente Francois Hollande la realtà della disoccupazione non risolta ( come in Italia) di chi si trova disoccupato a mezza età ! Pertanto l’Italia spendendo in armi e missioni militari è peccatrice di se stessa ! Bisogna che intervenga il Tribunale della Corte di Giustizia e dei diritti dell’uomo di Strasburgo ! Anche se l’Europa sta piano piano affondando l’Italia..Un Europa senza lavoro equivale alla distruzione! E L’Italia NON ha risolto grazie a certi politici e a certi sindacati politici la DISOCCUPAZIONE di OGNI età che di fatto sta sempre più peggiorando !Ma si spende e si spande in armi ..
    Morando

  2. Zoff Gentile Cabrini

    Le guerre sono un investimento.
    Sì, per l’industria militare americana.
    E per i ministri-pirla dei paesi colonizzati, che ne ricavano onori, lustrini, lussi e…. milioni sui conti alle Cayman.
    (Vedasi caso Lokheed, e non solo quello).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *