Messina, anestesista in ospedale per forti dolori alla schiena muore dopo flebo: aperta un’inchiesta interna

0

E’ davvero incredibile e sta facendo davvero molto discutere quello che è accaduto in Sicilia e precisamente nella città di Messina dove un uomo e per essere più precisi un’anestesista è morto dopo aver chiesto ad un collega la somministrazione di un farmaco per il mal di schiena, e dunque  per attenuare i forti dolori che lo affliggevano.

Ma vediamo nello specifico quanto accaduto. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso sembra proprio che l’uomo si sia recato presso il Policlinico di Messina mentre si trovava fuori turno, il tutto a causa di forti dolori alla schiena e, una volta arrivato presso l’ospedale sopra citato, sembrerebbe avere chiesto ai colleghi di fargli una flebo proprio per attenuare tali dolori troppo forti da sopportare. I colleghi, successivamente, sembra proprio lo abbiano lasciato da solo all’interno di una delle stanze dell’ospedale ma mai si sarebbero aspettati che quella che era stata la richiesta di un collega si trasformasse successivamente in un vero e proprio incubo o meglio ancora che avesse dato vita ad una vera e propria tragedia.

Infatti, poco dopo, i colleghi che avevano lasciato l’uomo da solo, si sono recati all’interno della camera in cui si trovava l’anestesista proprio per controllare che tutto andasse bene e per accertarsi che il collega non avesse bisogno di nulla, ma ecco che purtroppo una volta all’interno della stanza hanno dovuto fare i conti con una triste realtà, una vera e propria tragedia che ha messo fine alla vita dell’anestesista e sconvolto la vita di tante altre persone vicine all’uomo. I colleghi, per essere più precisi, hanno trovato l’anestesista privo di vita, steso sul pavimento e con la flebo ancora attaccata, ma purtroppo non hanno potuto fare nulla per salvarlo e nello specifico, non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Avvisate le forze dell’ordine ecco che, sulla delicatissima vicenda, è stata immediatamente aperta un’inchiesta interna e poi ancora, sulla delicatissima vicenda sono adesso in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine nella speranza di poter ricostruire l’esatta dinamica della vicenda e dunque stabilire cosa abbia causato la morte dell’uomo.

Inoltre, proprio la stanza all’interno della quale si è consumata la tragedia, è stata sottoposta a sequestro e, come questa, anche la flebo il cui contenuto all’interno verrà adesso sottoposto ad analisi. Le forze dell’ordine stanno adesso indagando sulla vicenda raccogliendo anche numerose testimonianze e al momento nessuna pista sembrerebbe essere esclusa anche se, l’ipotesi maggiormente tenuta in considerazione, è proprio quella che vede come principale causa della morte dell’uomo proprio una reazione allergica al farmaco che gli era stato somministrato. A stabilire l’esatta causa del decesso dell’uomo sarà comunque l’autopsia disposta sul corpo dell’anestesista da parte del pm.